Nano Press
Facebook Twitter Instagram Google+ YouTube RSS Feed Italiano English Türkiye
Messaggio privato

Anthemico

Anthemico Le sue info
Data iscrizione 25/01/2018
Commenti totali 78
Media commenti giornaliera 0,11
Ultima volta su Sportando 17/09/2018 @ 09.21
78 Commenti

Pagina di 2

  • Anthemico 18/07/2018, 15.37 Vai alla notizia →

    Cacchio, pure Danny Green per Poetl.


    LeBron fuori dai giochi, Toronto prova l'all-in per un anno. Se gli riesce e Leonard resta, bene.
    Altrimenti ci hai provato e sei messo meglio di come eri messo prima in prospettiva rebuild.



    Per SA, in questo momento non riesco a valutare nulla, se non la faccia di POP e Buford nel: volevi Los Angeles? Bene, vai pure nel posto più lontano possibile." POP è de facto il più grande troll vivente.

  • Anthemico 18/07/2018, 11.29 Vai alla notizia →

    E bravo Marcone. Siamo giunti all'assurdo di criminalizzare chi aiuta...speriamo la notizia si diffonda. Proud.

  • Anthemico 18/07/2018, 11.17 Vai alla notizia →
    Citazione ( dariosk 18/07/2018 @ 10:47 )

    in tutto questo non mi stupirei se Deng finisse x avere un ruolo il prossimo anno..... Kawhi nel frattempo ha buttato la sua xoccola Haynes giù dal letto x evitare l esilio, a questo punto Burford glielo fa apposta se il pacchetto è accettabile

    Esatto. Anche Woj ora comunque ci sta mettendo il carico, abbastanza sicuro.


    [ link ]



    Questo 20 minuti dopo la storia del "gne gne non ci voglio andare". Buford ha un All Star in mano, se va in porto ce lo porta a piedi.

  • Anthemico 18/07/2018, 11.05 Vai alla notizia →
    Citazione ( spursnation83 18/07/2018 @ 10:58 )

    quello che vuole leonard conta poco per me puo' andare anche a pulire la palestra di costa volpino

    Ci ho giocato, è pure bella. Ricordo anche dei tifosi molto poco facinorosi, l'ideale per un tipo tranquillo come Leonard.

  • Anthemico 18/07/2018, 11.00 Vai alla notizia →
    Citazione ( JaxMamba 18/07/2018 @ 10:58 )

    Sempre California è del resto

    Mi hai fatto ricordare una roba che lessi su una Fanzine sui Kings anni fa.


    Alla loro fondazione, firmano un californiano, il quale alla press conference:


    "sei contento di tornare in CAL?" "Sacramento non è CAL, sorry".

  • Anthemico 18/07/2018, 10.56 Vai alla notizia →


    Io faccio sempre conto che il ragazzo sia sano, viste le offerte che girano, perché se no è un caos...

    Se fosse vero che c'è DeRozan nell'offerta, che avrà tutti i difetti del mondo ma è uno che da anni va perennemente all'ASG, e Leonard mi dice che "Ue ue ue io a Toronto no, fa freddo, non è LA, ci sono i Trappers le giubbe rosse e Zaza gioca ad Est ora", ce lo mando spedito fossi Buford.


    Se non inizia a comportarsi scommetterei che chiunque, anche a LAL/LAC, inizierebbe a dubitare di uno che ha schifato non una ma due franchigie, nel suo prime, a 20 sacchi all'anno. Che comportamento da deficiente.

  • Anthemico 09/07/2018, 14.07 Vai alla notizia →

    Ecco perché Leonard vuole a tutti i costi stare sulla sponda Ovest.

  • Anthemico 06/07/2018, 11.54 Vai alla notizia →

    Emissari Spurs in modalità Mourinho nascosti nei panni sporchi per spiare Leonard.

  • Anthemico 04/07/2018, 10.39 Vai alla notizia →

    Giocatore che personalmente mi fa impazzire, contento per i soli.


    Tra le rebuilder, tra lui ed Ayton, simpatizzerò sicuramente per loro l'anno prossimo.

  • Anthemico 04/07/2018, 10.19 Vai alla notizia →
    Citazione ( Mettawp 04/07/2018 @ 09:39 )

    Se sono 5 All-star, buon per loro, che ti devo dire. Si vede che sono più bravi degli altri... Continuo a non capire quale sia il problema. Prima o poi qualcuno li batterà, o aspetteranno che finirà il loro ciclo come hanno aspettato con Jordan o ...


    Ecco, ci mancava solo il paragone col calcio e con Garnett, paragonare mele e arance... Hai fatto 4 paragoni di cui forse uno ci azzecca minimamente qualcosa.


    Ho detto più e più volte che non ho nessun odio per Durant, anzi mi sta molto più sulla fava James, ma d'altronde quando si tira fuori sta cosa l'unica argomentazione a favore è che "odiamo tutti Durant": forse non è che odiamo Durant, ma che preferiamo GS-OKC con Durant a quest'ultima che viceversa? Perché ne giova lo spettacolo e la competizione, e quindi noi? I titoli non si contano solo, si pesano anche in base a difficoltà, contesto e competizione (motivo per cui quello di Cleveland 2016 ha un peso diverso da tanti altri).

    Certo che è buon per loro. Che ti devo dire, io mica ho nulla contro il management di Golden State, finché la gente ci sta loro fanno benissimo a fare così. Il problema sono i giocatori.


    Porti a rafforzare la tua tesi tre esempi che non potrebbero essere più disparati.


    Garnett è restato a Minnesota 12 anni, facendo sempre i PO con squadre a dir poco invereconde, l'unica volta che ha avuto una squadra decente ha fatto MVP, finale di conference e se non gli si spaccano i due playmaker va in finale (e credo avrebbe perso con Detroit, ma tant'è). In 12 anni non ha mai chiesto di andare a giocare con Duncan o con Kobe&Shaq, perché li vuole battere. Nel 2006/2007 si spacca (e neanche poco). Boston per tradarlo (tradarlo eh, mica accordi a 0 chiamando il management o gli avversari, quindi mantenendo un minimo di equilibrio...) dà qualcosa come 7 asset, ed è stato riportato più volte che dovettero convincerlo perché non ci voleva andare a Boston. Era un giocatore di 30 e passa anni, con un kilometraggio immenso, già in leggera fase calante. E poi non è andato a giocare con Bryant e Duncan. Comunque, chiunque abbia visto Garnett pre-infortunio a Minnesota e a Boston (capiti male perché è il mio giocatore preferito) sa che non era già più la stessa cosa.


    O'Neal non si è unito a nessun Bryant, Shaq firmò la stessa estate che Bryant fu draftato alla 13 ed era una promessa e basta. Il discorso di Shaq al massimo è l'inverso, dato che andò da una squadra forte ad una debole per dei problemi ad Orlando (iniziarono a questionare se lui valesse o meno 100 milioni, ad Orlando non volevano darglieli, Jerry West lo chiamò dicendo che glieli dava e lui sentitosi sia pagato che voluto andò via, ci sono anche parecchie testimonianze a riguardo di diretti interessati, vedasi Dennis Scott).


    La Decision 1 è stata la cosa che ha aperto la strada a queste schifezze ora come ora, sebbene in misura minore. Ma si sa che se fai un buco nella diga poi l'acqua fai fatica a fermarla...Certo che poteva restare a Cleveland, anziché fare annunci in pompa magna salvo poi rimangiarseli. Comunque, anche qui, non è che al quarto anno abbiano aggiunto Chris Paul o chi per lui, ma Ray Allen a 120 anni. Per farla breve, James non andò a Boston, che è quello che ha fatto Durant (mi immagino solo, e da uno a cui James non è che proprio stia simpatico, cosa gli avrebbero tirato dietro se fosse venuto da noi dopo l'eliminazione del 2010...).


    Tirare in ballo altri sport, specie il calcio, è sintomo di non capire come funziona l'NBA e lo sport americano in generale, ed i presupposti di tale funzionamento, che sono il garantire nei limiti del possibile la massima equità sportiva. Ronaldo gioca nel Real, in uno sport dove infatti ci sono sempre al massimo 2-3 squadre in lizza e lo sai dall'inizio. Dove ogni squadra parte da presupposti diversi, può pagare i giocatori in misure anche 10 volte superiore a quello che può fare un'altra della stessa categoria e ha potenzialità completamente diverse, cioè l'esatto contrario dell'NBA. Il Real può spendere 100 volte tanto quello che spende il Betis e pagare 100 volte i suoi stipendi. Se ci fai caso i tornei di calcio migliori, a detta di tutti, sono: la Champions, dove la competitività si appiattisce ma verso l'alto, e la Premier League, dove la ripartizione dei diritti TV garantisce anche alle piccole alti livelli di investimento (vedasi Gaston Ramirez pagato 20 milioni per passare dal Bologna al Southampton, non il MU).

  • Anthemico 04/07/2018, 08.57 Vai alla notizia →
    Citazione ( Mettawp 03/07/2018 @ 17:20 )

    Memoria corta, perché Kerr era il miglior specialista di quegli anni (50% da 3, raggiunto da pochissimi). Rodman era il miglior lungo difensore/rimbalzista di quegli anni. 8+18. E sticazzi se faceva schifo in attacco, in una squadra con Jordan e Pip ...

    Ma quale memoria corta.


    Kerr era un ottimo specialista, ma quello rimane. Un giocatore che rimane limitato e dipende fortemente da chi ha attorno. Senza giocare a Chicago e/o San Antonio resta un buon giocatore di rotazione (a differenza di un giocatore più generalista come Iguodala, che comunque fuori dal contesto di GS era un signor giocatore).


    Chi ha mai detto il contrario di Rodman? E' la versione più forte di Green, senza la pretesa di tirare da tre ogni tanto.


    Chiaro che la combo ai tempi fosse illegale, come lo era anche GS prima di Cousins. Ma credo lo fosse per un solo motivo di partenza : Jordan. Qui la combo è illegale perché è una somma di talento che va sempre più alzandosi per la volontà di gente che non li vuole battere, ma unirsi a loro. Aggiungere un altro All-Star mi fa solo pensare: ma che cavolo sta succedendo all'NBA?


    Certo che faccio il confronto, perché hanno 5 giocatori da All-Star Game/All-NBA contro due e mezzo, con un numero simile di squadre. Di cui due unitisi in modalità frigna (che è il vero problema, la "calcizzazione" dell'NBA seppur si basi su presupposti diversi). Fare confronti non ha senso solo per chi non vuol vedere la piega che sta prendendo la cosa. Contento tu di vedere una stagione consapevole che c'è una squadra potenzialmente in grado di fare (e senza neanche troppa fatica) 98-0...


    Concordo sul fatto che andare più indietro nel tempo non serve a nulla, rientrano dinamiche come il numero delle squadre che influiscono pesantemente sul grado di concentrazione di talento. Posto che nemmeno quei LAL o Boston Big3+DJ o Walton hanno mai avuto 5 giocatori che l'anno prima fossero All Star o All NBA. Bisogna tornare a metà anni 70. E francamente credevo fossimo andati oltre.

  • Anthemico 03/07/2018, 16.43 Vai alla notizia →
    Citazione ( Mettawp 03/07/2018 @ 14:53 )

    Risolvi il problema per un numero ristretto di giocatori, e il 99% di loro comunque prenderebbe comunque uno stipendio in linea al suo valore. Una lega con poche supersquadre e le altre a fare da contorno non piace? Detto questo, onestamente fatic ...

    Stai paragonando Kukoc e Kerr (Kukoc, che rimaneva la scoring option della panchina lo posso anche un attimino capire, ma dai davvero, Steve Kerr?) a Draymond/Klay? Ecco la prima cosa che non va. Massimo Ron Harper. Ma anche lì, tra Ron Harper e Klay, francamente...


    Secondo, per quanto fosse forte Rodman, è il terzo della piramide Bulls. Tra l'altro senza mai fare l'All Star Game a Chicago, e sicuramente non il giocatore di Detroit: era un mostro a rimbalzo, difensivamente eccelso (in una squadra difensivamente eccelsa, dove quindi stava benissimo), che in attacco dava zero o quasi se non secondi possessi. Per un numero 3 grasso che cola, ma ripeto, numero 3.


    Cousins è il quinto/sesto nella piramide di GS, (bisogna vedere come nel sistema si consideri Iguodala). Ciò vale a dire che il tuo quinto giocatore più importante è uno che l'anno prima faceva 25 12 5. Il quinto di Chicago era Luc Longley...le due cose non sono minimamente paragonabili.


    Ovvio che i 5 migliori giocatori di Chicago 96 (MJ Pippen Kukoc Rodman Harper) fanno uno squadrone, d'altronde era una delle squadre più forte di tutti i tempi (e giocò la più grande stagione di tutti i tempi), ma GS ha 5 dei primi 20 (0 25, dipende come consideri Green), un attimino più esagerata come cosa...


    Prendendo il tuo esempio, è come se nell'estate 96, poi, avessero preso David Robinson.

  • Anthemico 03/07/2018, 09.29 Vai alla notizia →
    Citazione ( BadAsIWannaBe 03/07/2018 @ 09:20 )

    Quoto assolutamente. mille squadre potevano scommettere un 1+1 (lakers, Celtics, Spurs e Rockets compresi), e prima di tutto i pels potevano azzardare un max annuale con opzione sul secondo. Fessi tutti gli altri che si sono fatti fot**re in questo m ...

    Beh, siamo al 3 di Luglio, non riesco a non mettere lì la cosa che "è il terzo giorno di FA", specie per i rotti, che di solito chiamano più tempo. Qui chiaramente è stato lui a scegliere la via facile, o aveva già ricevuto avances da prima.


    Prova ne è che Boston aveva fatto la stessa offerta (le contender in questo caso sono sempre le prime a muoversi perché, salvo eccezioni, in FA hanno ben poca leva finanziaria), qualcuno sarebbe arrivato a ruota. Ed entro un paio di giorni probabilmente sarebbero iniziate ad arrivare offerte da squadre anche di PO (non è che giocasse in una squadra cesso lui eh...) ad offrirgli 1+1, 2+1...offerte che potevano tranquillamente sforare i 20 milioni totali e sicuramente non in un contesto dove un perenne All-Star diventa il quinto-sesto violino e rimpiazza McGee.


    RIMPIAZZA MCGEE. Io ad essere Cousins già solo a sentire una roba del genere non ci vado, per amor proprio.

  • Anthemico 03/07/2018, 09.02 Vai alla notizia →

    Va beh, ma che senso ha?


    Ora ditemi pure l'infortunio grave blablabla ma non mi ricordo a memoria d'uomo un prime player, perenne All-Star, che da infortunato va a prendere il minimo in giro... è si che l'opportunità di firmare per squadre allettanti ce l'aveva.


    Dov'è finito il voler battere l'avversario, far saltare il banco e ribaltare il pronostico? E' da 7-8 anni che da questo punto di vista l'NBA ha preso una brutta piega...qui bisogna trovare le contromisure prima che vada anche Leonard (tanto è rotto mi direte...) l'anno prossimo.


    Va bene il management da oscar di GS, ma lo spettatore ha diritto alla competizione...

  • Anthemico 02/07/2018, 11.30 Vai alla notizia →

    Da tifoso Boston: e bravi LA. Fossi stato in loro dopo i segnali di George, Jordan e lo stallo su Leonard avrei iniziato un po' a perdere le speranze. Invece un bel plauso a Magic e Pelinka.


    A mio parere ha fatto la scelta più azzeccata, posto che secondo me le scelte erano Cleveland e Lakers. A Houston le avrebbe prese su ancora prima di arrivare (ed apriti cielo se perdeva), a Phila era un discorso diverso ma simile.


    Ora gente get your popcorns ready for: potenziale trade per Leonard, Lavar che dice che LeBron ha troppo la palla e vuole allenare lui, l'incontro con DMC (DMC Lance LeBron e Javalone nello stesso spogliatoio, sarebbe davvero bello - oltre che le apparenze cumulate più alte a Shaqtin a Fool mai viste in una squadra sola, già ora senza DMC stan messi bene xD), ed il primo turno dell'anno prossimo ad Ovest, dove si rischiano robe tipo Minnie al completo contro OKC, o Denver Lakers, roba da finale di conference ad Est.


    Da uno a cui sta abitualmente poco simpatico, bravo LBJ.

  • Anthemico 29/06/2018, 17.24 Vai alla notizia →
    Citazione ( CelticLG 29/06/2018 @ 17:20 )

    Buford gli piglia anche la mamma a Magic, ogni secondo che passa è un secondo più vicino alla decision di LeBron... il panic mode è in arrivo.

    Esatto, posto che a prendere LeBron+ Kawhi in ogni caso ci guadagnano (e per quello i Lakers a mio parere dovrebbero andare da Buford dicendo: cosa vuoi, noi ti diamo Kuzma, Ingram, Ball, Kobe, la statua di Shaq e anche Magic), secondo me San Antonio si tiene Leonard fino a quando non han firmato James, George, Cousins e visto che ci siamo anche i due di Houston. Può sostanzialmente giocare al rialzo dicendo che Boston e Phila gli stanno offrendo metà roster fino a quando James e George non han firmato (per poi tradarlo comunque altrove, quello sarebbe troppo bello).

  • Anthemico 29/06/2018, 17.10 Vai alla notizia →


    Quotazioni di Cleveland in rialzo.

    Possiamo sostanzialmente cancellare Houston dalla lista.


    Se San Antonio continua a giocare al gatto col topo con Leonard, e dovrebbero farlo, i Lakers si trovano nei casini a meno che George firmi immediatamente. Buford sa che LA non sta tradando per Kawhi, ma sostanzialmente per Kawhi più LeBron.

  • Anthemico 27/06/2018, 17.15 Vai alla notizia →
    Citazione ( drewgordon94 27/06/2018 @ 16:48 )

    Si ma ai playoff questo non vede il campo per molto..,Tolto l’accoppiamento con embiid , per il resto con le altre squadre giocheranno Horford theis e forse Williams se si mostrerà pronto..Vediamo che rinnovo sarà eventualmente..Sono curioso di S ...

    Viene utile con Phila, Toronto, e anche Indiana volendo. Per me basta e avanza per avere un giocatore a 4-5 milioni (a cui lo firmammo in annuale tra l'altro, mi pare 5.1 ma non sono sicuro) che gioca 20 minuti, non chiama palloni e non crea mai, mai problemi.


    Poi è uno che non spacca le balle e se c'è da sbucciarsi ginocchia e gomiti non si tira indietro. Bonus le bombe dall'angolo ma tralasciamo...


    E' un onesto giocatore in un ruolo in cui siamo terribilmente in mano a delle incognite, a 15 milioni per 3 anni (o cifre simili e qualcosa del genere, 2+1 TO), ci può stare. Andrei in 2+1 solo per farlo combaciare con il potenziale expiring di Brown+terzo anno di Tatum.

  • Anthemico 26/06/2018, 09.56 Vai alla notizia →

    Grandissimo Vic!

  • Anthemico 26/06/2018, 09.01 Vai alla notizia →

    Forse abbiamo il recency bias dei Playoff (dove tra l'altro Harden non è che abbia fatto schifo)...ma nessuno si ricorda che James in RS ha sostanzialmente tankato un mese a Gennaio perché doveva fare il dramma, Harden no, è stato sempre consistent e ha aggiunto ogni tanto spesso quarantelli vaganti, triple doppie, e robe mai viste prima (tripla doppia ai 60). E la competizione media che affrontano (a Ovest=più partite contro quelli dell'Ovest) è diversa.


    L'MVP a mio parere è assolutamente Harden, se James non si fosse preso un mese di pausa se ne sarebbe potuto assolutamente discutere.

  • Anthemico 13/06/2018, 17.02 Vai alla notizia →

    Negli ultimi giorni gli indizi "familiari" direbbero LA ma alcuni rumors (tipo quelli del figlio) sono stati puntualmente smentiti.


    Phila sarebbe la scelta più ovvia per lui perché sarebbe un "torno a Cleveland" mascherato di filantropia di nuovo, LA devo ammettere che in tutto e per tutto, sportivo e non, sono veramente TANTI TANTI soldi e una vita da sogno che anche se sei LeBron James ci pensi un attimo.


    Tagliata fuori per me Boston assolutamente, non ce lo vedo James in un ambiente dove la figura più apprezzata sarà sempre e comunque Stevens e viene il gruppo prima di tutto (Garnett si calò immediatamente nella parte, su James ho dei dubbi visto anche il precedente non edificante di Miami).


    Il mio sogno sarebbe che andasse ai Knicks, lo dico da 16 mesi ma purtroppo non si avvererà.

  • Anthemico 08/06/2018, 14.14 Vai alla notizia →
    Citazione ( Andrea21 08/06/2018 @ 09:41 )

    si ma anche la scelta di andare sul 1+1 mi sembra sia diventata abbastanza comune diciamo... è un'opzione che gli permette di poter scegliere di anno in anno cosa voler fare e lo può fare proprio per lo status che ha... secondo me come in tutte le ...

    Attenzione che anche gli 1+1 o i biennali con opzioni sul terzo, player options, team options, diritti di recesso, di riacquisto, di prestito con diritto di riscatto e il fratello di Donnarumma si prestano bene in una situazione come GS, altrove possono essere deleteri.


    Mi spiego: per Durant e GS funziona perché GS sa che Durant vuole solo vincere e a Durant sta bene rivisitare ogni 12/24 mesi la sua struttura contrattuale per vedere quello che può fare per la squadra. Sostanzialmente ci vogliono sia fiducia reciproca che allineamento totale delle parti.


    Guarda cos'è successo con James a CLE: lui vuole vincere short term, Gilbert ovviamente pensa anche più in là, firma un contratto corto, ed è un attimo che dal prendere Paul George e Bledsoe passi al perdere Irving.

  • Anthemico 07/06/2018, 22.49 Vai alla notizia →
    Citazione ( kj7mayor 07/06/2018 @ 21:36 )

    Ma Perkins che ruolo avrebbe in questi Cavs? Fa la security attorno al tavolo durante la consultazione degli arbitri con il replay?

    Cercare di essere più scemo di Draymond Green per il finals MVP, Most Village idiot Player.


    Ovvio che dopo che quest'ultimo dopo aver preso tecnico faccia fallo e urli alla luna correndo a metà campo come il miglior Hulk Hogan senza prendere tecnico lo costringe per superarlo a fare la mossa lungimirante di andare a fare dita medie a Durant.

  • Anthemico 07/06/2018, 22.43 Vai alla notizia →
    Citazione ( Anklebreaker 07/06/2018 @ 20:12 )

    This. Purtroppo negli occhi della gente rimane sempre la prestazione monstre e quindi la sfuriata di Curry è quasi 'iconica' da quel punto di vista; però per quanto mostrato in toto l'MVP è di Durant anche quest'anno. Posto che un pensiero a LBJ M ...

    L'unica via per non darlo a Durant è proprio James, ma per darla al perdente serve che accadano a mio avviso due cose: 1) deve andare ancora sopra quota 40, perché Durant l'ha appena fatto e 2) deve vincere la prossima, possibilmente un altra (molto, molto complicato).


    Altrimenti non premieranno mai uno sweepato, anche perché la partita di Durant di ieri vale gara-1 di James o quasi, con l'aggravante dei risultati.

  • Anthemico 07/06/2018, 16.36 Vai alla notizia →
    Citazione ( SixersRoma 07/06/2018 @ 12:30 )

    Per me l'mvp delle finals è Curry... nelle prime due partite è stato più decisivo di Durant e Golden State ha messo la serie in discesa grazie alle prime due partite... poi Durant ieri ha probabilmente chiuso la serie, alla grande, ma la svolta l' ...


    L'MVP ad oggi è Durant, che è vittima della sindrome James/Shaq ai LAL/Garnett di Minnesota, ovvero: ah 30 in tripla doppia, partita normale, 25 15 10, partita normale, niente di che.


    Confronto secco su 3 partite:

    Durant in Gara-1 non ha fatto bene, ma ha fatto comunque 26, tirando 8/22 e sbagliando parecchie scelte. E' la sua peggior partita della serie. Niente comunque a che vedere con Curry ieri sera, tanto che ad un certo punto in telecronaca stavano rievocando le "peggiori partite alle finals di sempre di una star" e si era arrivati ad uno Stockton da 0/11 (più vicina a gara-7 di Starks nel 94 a mio modo di vedere, 2/18).


    Curry in Gara-2 ha giocato un quarto stratosferico, ripeto, un quarto. Ha fatto 11/26 e prima della sfuriata GS era comunque avanti, e c'è un motivo comodo: Durant ha fatto 26 con 14 tiri. 10/14, 78% di Effective FG%. Rendiamoci conto un attimo.


    Solo questo per me basterebbe, ovvero il confronto sulla partita "steccata" e su Gara-2. A questo aggiungici pure che Durant ieri sera ha vinto la partita decisiva giocando poco sotto o al livello di James in gara-1, segnando quando voleva, quando serviva, quando contava, prendendo tutti i primi 7 rimbalzi di GS (e quindi sbattendosi notevolmente anche dietro).

  • Anthemico 06/06/2018, 12.46 Vai alla notizia →
    Citazione ( DarthJo 06/06/2018 @ 10:30 )

    Due cose non capisco. La prima è quale problema hanno certi utonti che si sentono in bisogno di difendere Trump, come se ne avesse bisogno. La seconda è perché nessuno commenta il fatto che Trump non abbia invitato gli Eagles, dimostrandosi un fil ...

    Principio del "ce l'ho più grande".


    Esempio Eagles (che tra l'altro non avevano avuto nessuno che si era inginocchiato/stato negli spogliatoi durante l'inno, quindi Trump non aveva nessuna leva qui... io in tutta sta faccenda non capisco come si sia arrivati al rispetto della bandiera da una campagna di sensibilizzazione, davvero cosa possono fare i mezzi di informazione ed i potenti):


    Se Trump invita gli Eagles e questi rifiutano, prende una botta all'ego e soprattutto gli Eagles possono dire di "aver rifiutato di incontrarlo perché non d'accordo".


    Se Trump non li invita, gli Eagles non possono rifiutarsi, quindi viene meno la conseguenza di cui sopra. Posto che l'invito alla WH è una prassi da sempre in essere, è negli ultimi tempi che è diventato un problema. Nessuno alla WH o della NFL si scandalizzò quando Tom Brady non andò da Obama perché qualcuno vicino a lui aveva avuto da ridire su di lui. Siamo dentro fino alle ginocchia nel "purché se ne parli".

  • Anthemico 05/06/2018, 23.41 Vai alla notizia →

    Hanno ragione, così come i giocatori NFL.


    Il problema è che questo muro contro muro son tutti voti a Trump, il noi contro voi è quello che vuole.

  • Anthemico 04/06/2018, 16.53 Vai alla notizia →
    Citazione ( DarthJo 04/06/2018 @ 16:36 )

    Parli per dare aria alla bocca. Hai fatto 51 punti contro gli Warriors in trasferta e chi dovrebbe aiutarti la butta in vacca così. E' un essere umano ed è già stato fin troppo calmo. Volevo vedere se un assistente avesse fatto crollare la cappel ...

    Ti dico la mia sinceramente da neutrale? (mi sta sulla fava James, ma molto di più Draymond Green e gli Warriors tolti ieri sera è un po' che mi fan schifo da vedere).


    James nel video sbaglia una cosa: al momento dell'urlo, mandando il messaggio "fan*ulo ne ho messi 50 devo pure star qui ad allungare il braccio", il che manda un bruttissimo messaggio a tutti quanti.


    Detto questo, la gestione del coaching staff è una roba obrobriosa: che durante una pausa prima dell'overtime, nessuno dica nulla, tutti stiano fermi, e dopo un minuto arrivi Lue solo per farsi sfanculare da James sui timeout, è una cosa aberrante. Manco uno che arrivi e dica a 3 di quelli in campo scemate tipo "difendiamo forte, tagliamo fuori, a rimbalzo, facciamo quello che dobbiamo, blablabla..." invece il nulla. Smith e Hill abbandonati al pensiero che in un modo o nell'altro han buttato nel cesso la partita, James a pensare "che cacchio devo fare ancora" e a guardar brutto Lue, ma per carità.


    Sarebbe stato meglio urlarsi in faccia e far ammettere a Smith di aver fatto una cagata, fare di nuovo quadrato, e andare a lottare 5 minuti. Tanto perdi comunque per sopraggiunta stanchezza fisica e mentale, ma almeno dai un'idea di gruppo. Non dai per persa la serie o quasi.

  • Anthemico 30/05/2018, 15.05 Vai alla notizia →

    Se venisse confermata la storia (ed ha già cominciato ad ammettere qualcosa), deve per forza saltare.


    Oltre alla profonda crisi di immagine sua e di fiducia dei giocatori (che si troverebbero a sapere che il loro futuro è in mano ad uno che gli spu**ana sui socialcosi), l'inchiesta riporta pure (sia Woj che Nick Wright poco fa) che pare che uno degli account, settimane prima della trade, avesse parlato dell'esatta trade di pick coi Cs. Ora, immaginate se qualche altra squadra (o la lega) avesse saputo la fonte...rischi di compromettere quello che la tua franchigia (nel bene o nel male) sta scegliendo di fare.

  • Anthemico 29/05/2018, 08.48 Vai alla notizia →
    Citazione ( rivierasco 28/05/2018 @ 23:24 )

    Ti rinfresco la.memoria guardati il link http://www.lavocedeltrentino.it/2018/01/
    15/basket-tifoso-colpisce-arbitro-14400-
    euro-multa-allaquila-trento/

    Beh, squalifica anche qui, ovvio. Ci mancherebbe altro.

  • Anthemico 28/05/2018, 21.11 Vai alla notizia →
    Citazione ( rivierasco 28/05/2018 @ 15:32 )

    Quindi andava squalificato per mesi anche palatrento..o vale semrpe la regola 2 peso 2 misure

    Mi sfugge una cosa, perché avrebbero dovuto squalificare il palatrento durante la stagione?


    E' che ho seguito poco il campionato italiano durante la RS, se è successo qualcosa di grave nel mentre ovvio che sì. Non capisco a cosa ti riferisci o, molto semplicemente e onestamente, non lo so.

  • Anthemico 28/05/2018, 14.19 Vai alla notizia →
    Citazione ( PrajaForever 28/05/2018 @ 12:24 )

    Davvero belle parole se fossero davvero sincere. Io (ed ero presente) sono disgustato dalla partita di ieri. E' stato tutto fuorchè basket (cosa che la Reyer sa giocare). Sarebbe bello che Longhi imponesse ai suoi giocatori di giocare più correttam ...

    Dai su, calma e sangue freddo. Stiamo tutti quanti esagerando.


    Hogue non gioca per far male, è un Cerella più grosso (e neanche così grosso). E' irruento ed ogni tanto non si controlla, ma fa parte del gioco.


    Sutton è un giocatore di basket con un fisico da NFL, ti garantisco che se volesse far male a qualcuno davvero ne manderebbe all'ospedale tre per partita. E' un blocco di granito. La gomitata su DeNicolao è antisportivo sacrosanto. Però, d'altro canto, e te lo dico avendole sia date che prese veramente, se gliela tira davvero lo lascia giù un mese. Giusto anche il tecnico uscendo, lì secondo me molto semplicemente Buscaglia protestava perché nel momento in cui vai in panchina il tecnico è generale, probabilmente l'arbitro gliel'ha affibiato prima. Un arbitro che non vuol fare il protagonista lo lascia uscire e da tecnico generale.


    Trento gioca a basket tanto quanto Venezia...solo con meno talento e più
    capacità di sporcarsi le mani. Non è un caso se sul -22, col più forte che hanno espulso, sono comunque rientrati, perché la partita era stata messa sui loro binari.


    I grigi ieri sera hanno sbagliato partita completamente...prima hanno lasciato correre, poi hanno degenerato al contrario ergendosi a protagonisti assoluti...parimenti a quello che diceva prima su Sutton (e non tifo nessuna delle due, sia chiaro), credo che uno dei tecnici a De Raffaele sia stato affibiato seguendo la ratio "hai visto un contatto fortuito, eri ad un passo, ca**o protesti" tanto per darlo.


    Posto che il tizio che ha messo le mani addosso a Longhi merita squalifica a vita, e un giro nello spogliatoio di Trento con dentro solo Sutton espulso per compensazione. Ste cose sono da squalifica del campo per mesi.

  • Anthemico 26/05/2018, 17.44 Vai alla notizia →
    Citazione ( JohnDoe 26/05/2018 @ 14:50 )

    Korver nettamente miglior giocatore dei playoff di Cleveland, ovviamente tra gli umani, è sempre stato il più costante, nonostante come hai giustamente sottolineato tu abbia grossi limiti. Per dire, il corpo ce lo mette sempre in difesa, a costo di ...

    Perfetto, e aggiungo che, da tifoso Celtics, il fatto che Boston cerchi scientificamente di bullizzare Korver con Brown tutte le volte che è in campo depone a favore della D del pretty boy.


    Quel che mi stupisce è JR, che non appena cerca di metterci la stessa voglia di Korver fa un fallo dietro l'altro (in maniera imbarazzante tra l'altro, almeno una volta a partita si aggrappa a qualcuno/stende uno su un blocco e si alza lamentandosi pure...).
    Però al suo treno si sono aggiunti Green e Nance, il che mi preoccupa e non poco per gara7.

  • Anthemico 25/05/2018, 10.32 Vai alla notizia →

    Playoff dalle molteplici soddisfazioni per Draymond. La ruota gira...

  • Anthemico 24/05/2018, 23.47 Vai alla notizia →

    Che schifo... ovviamente nessuno che parla dei milionari neri che "di cosa han da lamentarsi"?

  • Anthemico 23/05/2018, 14.08 Vai alla notizia →

    Bravo Harden, un altro po' di persone a ridere dietro a quel buffone.

  • Anthemico 17/05/2018, 17.25 Vai alla notizia →

    Visto che GS ha dormito tutta la stagione Durant e Green sono ineleggibili, nonostante vedendolo giocare ai Playoff, Green è veramente fortissimo dietro (e lo odio con tutto me stesso, eh). Viceversa, e mi sembra che nessuno l'abbia ancora detto, terrei a considerare il fatto che tutte e 3 le rispettive squadre dei candidati sono, in circostanze diverse, andate ben oltre le aspettative.


    Per me, visti i candidati, è Davis. Gobert migliore al ferro ma non esce - ha anche saltato tante partite, il che in questi premi è sempre un fattore. Embiid è l'ancora di Phila difensivamente (basta veder i 76ers giocare una partita intera con o senza), ma ogni tanto sbaglia delle letture. Davis è migliorato parecchio dai tempi di Kentucky e nella decina di partite (un sample un po' scarso lo ammetto, l'ho visto sicuramente meno degli altri due), mi sembra sbagli meno letture di Embiid.


    Tra gli esterni mancanti, ci sono due vere honorable mentions:Holiday e, anche per come ha girato la mentalità di squadra (anche se non da solo), Chris Paul (altro che non posso vedere). Smart non è eleggibile, ha saltato troppe partite. Lo stesso anche J Butler. Oladipo non mi pare (ma ho visto troppe poche partite di Indiana, anche qui stimerei una decina più la serie di Cleveland) prenda in maniera sistematica l'attaccante più pericoloso degli avversari, come invece fa Holiday sebbene sia un recuperatore di palloni eccezionale.



  • Anthemico 17/05/2018, 14.34 Vai alla notizia →
    Citazione ( uriaran 17/05/2018 @ 14:13 )

    Sottolineiamo anche che Mitchell si è fatto un anno in più di college e che conta molto di più questo per crescere rispetto ad un anno passato a zoppicare e a passare gli asciugamani ai compagni. O guardiamo all'età e allora l'unico che lo merita ...

    Quella è una scelta a monte, uno entra in NBA quando gli pare (nei limiti dell'eleggibilità). Poteva anche Simmons stare al college, non l'ha obbligato nessuno. E sia chiaro, a me Simmons fa impazzire e non poco.


    Altrimenti Belinelli era eleggibile per essere ROY perché è stato draftato dopo 5 anni di Eurolega dove sicuramente ti sviluppi di più (?), oppure poteva andarsene a bordo campo in NBA per 5 anni ed essere al sesto ancora Rookie perché non aveva mai giocato (?). Le due situazioni sono equiparabili? Il "non aver mai giocato" per me, e sottolineo per me, come criterio ha poco senso.


    Il mio criterio (che a mio parere è quello che taglia la testa al toro perché è quello più oggettivo, poi obiettivamente tutti liberi di dissentire al 200%) è che il ROY dev'essere stato scelto nel draft dell'anno precedente o aver firmato il primo contratto NBA dopo la chiusura della regular season precedente.


    Detto questo, ripeto, con le regole in vigore il mio voto per il ROY andrebbe inequivocabilmente a Simmons.

  • Anthemico 17/05/2018, 10.17 Vai alla notizia →

    Simmons perché è ammesso, anche se non sono d'accordo con la regola (non è un rookie).


    Per quanto Tatum sia forte, se la regola fosse diversa ed estromettesse Simmons, Mitchell tutta la vita.

  • Anthemico 16/05/2018, 10.50 Vai alla notizia →

    E io che al draft volevo Julius Randle al posto di Smart...

  • Anthemico 15/05/2018, 17.23 Vai alla notizia →
    Citazione ( max69 15/05/2018 @ 17:04 )

    se ho ben capito Phila non potrà mai mai scegliere alla 4 o alla 5, ma eventualmente solo in TOP 3. Per cui se (botta di culo clamorosa) scegliesse alla 1 terrebbe la scelta, se scegliesse alla 2 o alla 3 (botta di sfiga clamorosa) la scelta andrebb ...

    Il grafico non è a percentuali separate, ma progressive (somma le colonne): nella colonna top-3 è compresa la percentuale di pescare la first overall.


    Ovvero Boston può scegliere solo in 2-5 perché se uscisse la 1 ai LAL la cederebbe (quindi 0%, ma 2,9% che gli esca o la 2 o la 3).


    Phila ha la stessa possibilità di scegliere alla 1 o in top3 perché l'unica possibilità di scegliere in top-3 per loro è la 1.



  • Anthemico 14/05/2018, 09.46 Vai alla notizia →

    Bravi, bravi ragazzi.


    Ottimi Horford, Morris e Brown. Buona partita di Tatum e Baynes. Partita intelligente di Rozier. Menzione d'onore per Monroe PG in garbage time e JVG e Jackson che discutono di un ipotetico braccio di ferro tra Yabu e Semi.


    Bravi a non farli rientrare dopo il buzzer-beater di Green per il -14 e piazzare subito un 7-0.


    Ora testa a gara-2, e molto bassa. Il parziale all'inizio è stato fatto anche coaudiovati da loro che non segnavano nemmeno tiri apertissimi, e James partirà in battering-ram mode, cercando di giocare contro la nostra aggressività difensiva. Restano favoriti i Cavs, motivo per cui anche gara-2 è una must win dato che poi in trasferta non abbiamo la stessa fiducia.


    Vediamo (e sono convinto che Brad lo farà) di anticipare le loro contromisure: Lue a mio avviso deve partire più lungo (Baynes ha avuto almeno 3 sottomano facili, ricordo almeno un and-one a testa di Al e Morris) per proteggere il ferro, che ieri sera è stata una mattanza. Non esiste nemmeno che Nance giochi 4 minuti.


    Sarà una partita difficilissima (mi aspetto James a 40), e come dico sempre, culo basso in difesa e testa alta per vedere i compagni in attacco!

  • Anthemico 10/05/2018, 12.14 Vai alla notizia →

    Non avendo visto la partita ma solo gli extended highlights solo un commento breve: grazie ragazzi!


    Continuare a lottare ora. Non mi accontento finché non mi accontento. Next man up mentality.

  • Anthemico 09/05/2018, 22.28 Vai alla notizia →
    Citazione ( CelticLG 09/05/2018 @ 22:04 )

    I due arbitri più odiati dai Celtics, un minimo di dubbio viene quando dai ai Sixers in casa Brothers che coi Celtics è 0-8 negli ultimi 3 anni e con lui la squadra di casa vince il 75% delle gare ai PO (e questo me lo ricordo https://youtu.be/6gd2 ...

    Nader PG titolare a pick and rolleggiare con Monroe con Morris come sponda e zittiamo tutti.

  • Anthemico 09/05/2018, 22.23 Vai alla notizia →
    Citazione ( robinho63 09/05/2018 @ 20:45 )

    Quanti giocatori hanno cambiato squadra perche' hanno visto che non riuscivano vincere il titolo?In primis il sig. James quando se ne ando' da Cleveland e' inutile che i suoi tifosi dicono che la situazione era diversa perché in quell'anno compraron ...


    Guarda nel dandomi contro credo tu abbia involontariamente sfondato una porta aperta...

    Io non ho detto nulla su James, proprio perché considero the Decision 1) nei modi in cui lo fece abbastanza una schifezza 2) la scelta che ha aperto a scelte come quella di Durant, quindi, sempre secondo me, James è ora in un certo senso vittima di un sistema di fare le cose che lui ha contribuito a creare in primis. Tutta la faccenda Miami 2010 per me è una storia un po' strana, ma se sto qui a scrivere come la penso su tutte le sfacettature della vicenda potrei scrivere dei paper di 20 pagine, annoiare un sacco di gente, e comunque non convincere nessuno.


    Non so cosa c'entri Ray Allen (che ebbe solo dei problemi di comunicazione con lo spogliatoio, cosa che può anche essere indipendente dal valore di un giocatore) un, aveva 37 anni o qualcosa del genere e non era un primo violino da almeno 6 anni, e non era né tantomeno era stato mai un giocatore del livello di Durant.

  • Anthemico 09/05/2018, 17.26 Vai alla notizia →
    Citazione ( robinho63 09/05/2018 @ 17:02 )

    Hanno fatto di tutto perche' questo non succedesse con il salary cap ecc...io sono convinto che le squadre forti siano il bene della lega come succedeva negli anni 80 con i Lakers e i Celtics,se poi uno fa' tutto nelle regole non vedo il problema dit ...

    Io non ho alcun problema con quello che ha fatto Golden State, che è solo da applaudire. Credo che questo lo pensino un po' tutti quelli a cui non stanno sulle balle.


    Conta anche che negli anni 80, con meno squadre, c'era anche una diversa distribuzione del talento (mediamente più alto per squadra) e, sebbene i Lakers (soprattutto 87-88) ed i Celtics 86 fossero a tutti gli effetti dei superteam, c'erano comunque a turno in finale Pistons, Sixers, Houston stessa (che andò in finale nell'86)... è un po' diverso dalla situazione attuale.



    Come ripeto non ho nessun problema con quel che ha fatto GS. Ho un problema con quello che ha fatto Durant, c'è una bella differenza. Tutto qui.

  • Anthemico 09/05/2018, 16.24 Vai alla notizia →
    Citazione ( TakeThisLife 09/05/2018 @ 14:13 )

    io penso che la VERA anomalia sia Durant che accetta di guadagnare (molto) meno pur di andare a vincere l'anello. le altre cose che elenchi , sono accortezza e bravura del management (e fortuna , ok, ci vuole anche quella certo). Questa è la vera va ...

    Quoto in toto.


    Puoi avere la miglior programmazione del mondo (e ce l'hanno avuta) e una serie di circostanze che girano dalla tua parte (e ce l'hanno avuta) e, sebbene tu sia una squadra fortissima, comunque metterti in posizione di poterti rinforzare ancora parecchio in free agency con lo spike del cap (e l'hanno fatto).


    Ma che il secondo giocatore più forte del mondo, dopo averti fatto sudare sette camicie/partite, ed avere strutturalmente l'unica squadra in grado di batterti davvero, o almeno impensierirti e spremerti mentalmente e fisicamente allo stremo (cosa che puntualmente successe nel 2016) per N anni, decida di venire da te, è una cosa in mano a troppe variabili per non essere l'anomalia centrale dei warriors.


    E' come se uno tra Webber/Garnett/Duncan fosse andato ai Lakers ad inizio millennio. Jordan ai Pistons nell'89.


    Continuo a pensare che GS non abbia preso Durant perché gli servisse a tutti i costi per battere Cleveland (per quello bastava fare un po' meno gli arroganti ed evitare di prendere a calci la gente), ma per levarlo di mezzo perché l'unico vero pericolo per loro.

  • Anthemico 04/05/2018, 16.09 Vai alla notizia →
    Citazione ( JohnDoe 04/05/2018 @ 15:41 )

    Hai ragione, ho controllato le statistiche e ricordavo male (sono andato a memoria e ricordo che almeno un paio di fare punto a punto la palla in mano alla fina la aveva il turco), anyway controllando le medie, Howard 26 punti a partita, lewis 18 e T ...

    Hai ragione pure tu, mi sono perso i 18 abbondanti di R Lewis nella serie (vuoi che era più un prodotto del sistema che un "iniziatore" del sistema, come Turkoglu).


    A guardare le statistiche mi ero dimenticato mancasse J Nelson in quei playoff, probabilmente per quello Turkoglu gestiva molto di più il playmaking (posto che sì, gestiva anche i momenti decisivi, anche alle finals).


    Paragone offensivamente parlando forzatello ora che ho in mano i numeri, c'è che di team andati alle Finals con una sola proven star in campo ce ne son stati pochi quindi il campo è molto stretto.

  • Anthemico 04/05/2018, 15.31 Vai alla notizia →
    Citazione ( JohnDoe 04/05/2018 @ 15:21 )

    Nel 2009 a memoria il go to guy di orlando era Turkoglu, che fece dei playoff allucinanti (con Cleveland in particolare), né iverson né lebron (nei due casi citati, ovviamente) hanno avuto una credibile alternativa offensiva (a parte ieri love, in ...

    Io a memoria mi ricordavo un Turkoglu che era salito molto di livello nei playoff, così fece anche Howard (la serie con Cleveland chiusa a 26 e 13 ma mi ricordo se non sbaglio un 30+20 abbondante in gara-1 a Cleveland).


    Sono andato a vedere i numeri della serie: Turkoglu 17.2 6.3 6.7 con il 39% al tiro (nei playoff 2009 16 5 5 con il 42%), ottima spalla ma niente di eccezionale (ovviamente sì, se si parla di Turkoglu, ma non un altro All-Star, se di questo stiamo parlando).


    Love ha fatto pena certe partite, giocato bene frangenti (inizio 4Q di G7 con IND, per esempio) fino a ieri, quindi capisco che, essendo il paragone per ora ci stia fino ad un certo punto.


    Come dicono gli inglesi, cibo per la discussione.

  • Anthemico 04/05/2018, 15.15 Vai alla notizia →
    Citazione ( ErMinchietta 04/05/2018 @ 14:22 )

    Un altro esempio oltre ai due soracitati lo hai?

    Ce li avrei, anche se non ho capito se la discussione stia diventando semiseria o uno sfottò tra più utenti(?).


    Dwight Howard nel 2009 credo fosse in una situazione abbastanza simile a quella di LeBron ora: squadra più credibile falcidiata dagli infortuni (ironicamente sempre Boston), unica superstar in squadra, niente fattore campo in semifinale di conference (in 7 contro BOS) e Finale di Conference (in 6 contro CLE). Jason Kidd 2002 2003 (soprattutto 2002, vista la crescita poi di K-Mart), anche se aiutato, come la maggior parte degli ultimi anni di Lebron, da una conference deboluccia (d'altronde puoi anche essere cristo ma se hai squadroni in conference in Finale non ci vai, vedi LeBron pre-Miami dopo che Boston prese Garnett oppure Jordan & co(cainomani) vs gli Original BIG3).


    Non so che squadra, a memoria, avesse Chamberlain nel 67 (e la NBA era molto diversa), ma potrebbe essere un terzo esempio perché doveva battere una squadra che era letteralmente una squadra da all star game per l'epoca.


    Dovrei rivisitare un po' la PO history più vecchia (e considerare la NBA da almeno 20-22 squadre per un discorso di distribuzione del talento radicalmente diversa, vedi l'ultimo esempio) ma per il momento non mi viene altro

Pagina di 2