Nano Press
Facebook Twitter Instagram Google+ YouTube RSS Feed Italiano English Türkiye
Messaggio privato

LarryUnderwood

LarryUnderwood Le sue info
Data iscrizione 27/06/2018
Commenti totali 89
Media commenti giornaliera 0,13
Dove è nato
Dove si trova ora
Generalità Uomo
Ultima volta su Sportando 08/09/2018 @ 13.22
89 Commenti

Pagina di 2

  • Madonna quant'è brutta. Oscena proprio. Sembra una roba degli anni '90, non del 2011. Ma anche allora, che ne so nel 1995, sarebbe stato un fiasco inosservato da tutti. Ovvio, con altri "rappers". Loro sono già famosi, e molto. Durant ha un timbro osceno come rapper, James ovviamente non è flavor flav (e grazie..) ma si può ascoltare. Balle di fieno in 3, 2, 1...

  • Dio santo... a fine post mi si è cancellato. Mi sento come quando la fa dopo un secondo dopo che l'ho rivestito. Vabbè. Mi interessa, quindi ci torno in serata.

  • Citazione ( BasketNba 05/09/2018 @ 03:10 )

    Tanti atleti degli anni 90 farebbero piu fatica non solo per le percentuali da 3 , le rotazioni difensive esasperate etc... ma perchè si corre molto di piu avanti e indietro. Anche un atleta moderno come Cousin a volte lo vedi con la lingua di fuori ...

    Trovo interessante il tuo punto di vista, dà spunti, ma ho un parere diverso.

    Non sono molto d'accordo sull'esempio portato perché citi Demarcus CousinS mentre stai parlando di Shaq ed a mio avviso in comune oltre al fatto d'essere americani e di origine afro-americana hanno poco o nulla.

    Ovviamente, non alludo banalmente a questioni tecniche sul range di tiro, etc. Parlo proprio del tipo di giocatore.
    Come sai, Shaq era semplicemente il centro più dominante di tutti, che si poteva permettere di fare ciò che voleva, tanto nessuno lo reggeva. Sapeva fare una cosa, ma la sapeva fare meglio di tutti. DMC non c'entra nulla con un giocatore del genere. Cioè, per dire, paradossalmente, Klay Thompson non è bravo in tutto: spesso a palleggiare si impappina da solo, nelle partite in cui domina tocca la palla 100 volte, fa 60 palleggi totali e 40 punti; a mio avviso è il cecchino per antonomasia, ma poi spesso lo vedo palleggiarsi sui piedi e impappinarsi. FENOMENO in una cosa, il resto non è importante. Shaq l'ho sempre visto più o meno così: FENOMENO in una cosa da fare, il resto non era importante.

    Poi, altro discorso su cui non mi trovo molto d'accordo: Shaq non era un fulmine nella seconda parte della carriera a correre dietro a tutti. Hey, stai parlando di Shaq! Dichiarava di pesare 150 kg (chiunque rideva e sapeva benissimo che erano MOLTI in più), prima delle partite (dico *durante il riscaldamento* delle partite) era capacissimo di mangiare 5 kg di pollo fritto. Poi entrava in campo e massacrava chiunque.

    Non trovo altresì corretto paragonare Cousins (ha 28 anni) alla "seconda parte della carriera" di Shaq. Se vuoi avere ragione allora trova più di qualche paragone con MOSTRI (non dmc quindi). Oppure almeno che si faccia questo: paragonare DMC oggi con Shaq tra i 25 ed i 28 anni. L'ho fatto. Mi veniva da sorridere anche prima di controllare nel dettaglio, ma mi ricordo bene quegli anni di Shaq (ho 40 anni): era un animale che pesava tipo 40 (QUARANTA) kg in meno del bisonte sudato a cui tu alludi. Poteva permettersi di scherzare dei fenomeni, come se (nel calcio) Maradona avesse giocato contro il Benevento o il Poggibonsi: ovvio che si sarebbe allenato ancora meno, che non avrebbe mai corso, etc; tanto, alla fine, vinceva comunque lui.

    Non credo che Shaq avrebbe fatto fatica. Ho tutta un'altra opinione. Uso un altro post per maggior facilità di lettura.

  • Gli americani sono fantastici. KG deve rimanere in onda, quindi c'è gente che gli va dietro e dà corda. Sono fantastici.


  • Anno scorso ho visto san antonio per tutta la stagione: mi sembra bollito.

    Domanda per chi è più informato di me: in Spagna non hanno un 4 e 5 da primo quintetto migliori di pau, oggi?

    Per quel poco che ho seguito memphis, marc (quando gioca e ha voglia di spaccare tutto) è di un altro pianeta rispetto a pau, che ormai mi sembra sempre più svogliato e bollito.

  • Citazione ( UnderG 09/08/2018 @ 18:45 )

    Ma nel 2017 lui aveva l'ottava usg% della lega (più di LeBron, Curry e Durant, Irving, Davis, Lillard), non credo proprio San Antonio penalizzasse dal punto di vista dei numeri (se non per puri fattori di pace). Poi se noti prima citi "la figura di ...

    Sono d'accordo.

    Toronto può anche sfaldarsi perché sono cambiate molte cose. Non è detto che Leonard (lo adoro) renda come San Antonio. Ma guai a sottovalutare Toronto. Se (è un bel SE, ad oggi) Hawaii Leonard torna "quello vero" Toronto è sicuramente superiore ai ragazzini di Philadelphia. E non è assolutamente scritto che Boston la finale la ottiene con la pipa in bocca. SE Leonard è sano e SE si integra ed ha voglia. Ad oggi, comunque, la squadra da battere ad Est è Boston. Poi Toronto, per via delle incognite.

  • Ahahah, e vorrei anche vedere! Lebron è andato via...


  • Mi fa piacere. Non vedo l'ora. Non ho mai tifato Houston, ma non vedo l'ora per varie ragioni. Una su tutte: Chris Paul. Quel mostro ha permesso di giocare bene e rendere bene gente meno intelligente e meno talentuosa di Carmelo Anthony, giocatore mostruoso che ho sempre adorato, ma che è vero, come dicono in molti, che negli ultimi anni è in calo. Ciò detto, Houston prima aveva Rhyno, adesso ha Carmelo. Il ruolo è lo stesso, la funzione in campo è esattamente identica, però (così ad occhio) non sono identici e nonostante il calo vedo ancora molte, moltissime differenze tra i due.

    Il talento dice che Houston ha tutto per poter trionfare. L'imbolsimento e la mancata disponibilità al sacrificio dice che ha molto per non trionfare. Credo che, come al solito, dipenderà da Chris Paul: la squadra è la sua, comanda lui, dunque se quando grida gli altri lo ascoltano, tutto può accadere.

    La stagione scorsa era divertentissimo vedere ogni tanto il barba MUTO con lo sguardo a terra e Chris Paul vicino a gridare sbracciandosi. Credo accadrà anche e di più con Carmelo.
    Chris Paul si merita almeno un anello. Quest'anno, contro quella corazzata che sta scrivendo la Storia a colpi di picconate, sarebbe fantastico. Ripartono da gara 6 e 7. Io ci credo! Lo spero!

  • Citazione ( RedNation 31/07/2018 @ 12:25 )

    Bazemore è un buon difensore con braccia lunghe che su quei tre ruoli può cambiare, tecnicamente non è comunque al livello di Ariza e non può cambiare altrettanto bene sui lunghi ma, lo stesso discorso si può fare su Ariza rispetto a Bazemore ne ...

    Ok Ho capito. Da quel poco che ricordavo del giocatore, ero d'accordo con l'utente Cerruti Brown Perché ricordavo che fosse uno che mette punti non che difende bene. Se in difesa non è una tassa da pagare Allora non è male.


  • Ho una domanda.



    Bazemore difende, difende bene, ed è in grado di cambiare 1-2-3 ?

    Houston ha perso Ariza. E' un assenza molto, molto importante. Prendendo Carmelo, Rhyno è ovviamente di troppo, ma continua ad essere scoperto il ruolo di 3 difensivo che sparacchia da tre punti e cambia bene anche sui piccoli. Da quel poco che ricordo io, non guardavo Atlanta dato che è orrenda e non ho tanto tempo da buttare (quando giocava contro le squadre che mi interessavano potevo comunque guardare quei 10 minuti, poi cambiavo partita -ce ne sono troppe altre più interessanti), ma da quel che ricordo Bazemore non era un difensore come Ariza. Ruolo a parte, eh. Non sono importanti/fondamentali i ruoli di appartenenza. Non mi fossilizzo su quello.



    Hanno perso Ariza. Hanno preso Carmelo dunque è inutile Rhyno, scambiarlo ci sta. Ma dovrebbero scambiarlo per prendere un difensore puro, in grado di cambiare e difendere molto, molto bene su 1/2/3. Bazemore è questo?

  • Citazione ( DatterinoGiallo 30/07/2018 @ 20:38 )

    Per me no. Imbarazzante è tutt’altro. Se un Hall of Famer decide di avere un ruolo diverso a fine carriera per aiutare lo sviluppo facendo da mentore non vedo dove sia il problema. Stiamo parlando comunque di uno da 12 e6 in 24 minuti e 17.5 e 8 i ...


    Ma neanche io vedo un problema. Non ho mica scritto: "è un problema". Dallas negli ultimi anni era una squadra inguardabile, orrenda, priva di talento; talmente erano privi di talento che appena entrava in campo JJ sembrava un faro nella notte.

    Mentore, hof, eccetera, tutto giusto, non sto a sindacare quanto possa essere utile ai giovani genitori un nonno babysitter che tiene i nipotini facendo risparmiare soldini (e divertendosi con i piccoletti). Non ho sindacato nulla su tutto ciò.



    Manu Ginobili quando è in campo ha impatto, non si trascina, corre e salta come un fuso e, per 10 minuti a partita (15 proprio ad esagerare eh) riesce ad essere utile, ad avere impatto, e molto semplicemente: lo guardi giocare e non è imbarazzante, non sembra un ex giocatore. Tutto questo capoverso non vale per Dirk, perché davvero se si hanno due occhi per guardare il rendimento in campo si vede un ex giocatore che, di fatto, "ha smesso" di giocare. Boh.



    Per questo non capivo il senso e la necessità di quest'uscita, a meno di essere troll (ho un po' di tempo da buttare, altrimenti non sarei su questo sito). Manu in campo è utile, rende, ha impatto; Dirk purtroppo comunica ad ogni piè sospinto che il viale del tramonto è arrivato. Dunque non comprendevo l'opportunità dell'uscita (a meno del cazzeggio da troll). Tutto qui.

  • Citazione ( TheBigO 30/07/2018 @ 02:17 )

    Trovato, ma ricordavo una pausa più lunga https://youtu.be/glpQEeeZAQk

    Grazie sei stato molto gentile.

  • Citazione ( DatterinoGiallo 30/07/2018 @ 15:16 )

    Non c’è nessun utente che grida allo scandalo come per Nowitzki che si trascina ancora per il campo ? Strano.

    Non sei d'accordo anche tu che Dirk nowitzki sia imbarazzante??

  • Citazione ( TheBigO 29/07/2018 @ 13:33 )

    Una decina di giorni fa Pop parlando di un po' di tutto, da Green a Leonard, a Manu e Parker proprio parlando del francese ha detto che loro avevano bisogno di far crescere Murray e White e dopo, quasi se ne fosse scordato, pure il cesso. Speriamo ch ...

    C'è un video da qualche parte, o un sito su cui leggerla? Te ne sarei grato!


  • Nel mondo beone dei politically correct si pretende che si dicano cose tipo: "Mi adatto a qualsiasi scelta faccia il mister. Umiltà! Se gioco titolare, wow ragazzi! Se parto dalla panchina, sorry, broncio, però siamo ricchi giovani e la vita è bella, va bene così!". Ma lasciando da parte le idiozie del politically correct, leggo un momento il roster di Houston.
    Un quintetto senza Carmelo titolare: Paul, Gordon (?), Harden, Anderson, Capela. Ora un quintetto con Carmelo Anthony: Paul, Harden, Tucker, Anthony, Capela. Il quintetto con Carmelo mi sembra migliore, lo preferisco.

    Carmelo Anthony è stato un'ala piccola, dunque superficialmente si potrebbe pensare a lui titolare da 3 (al posto di Ariza) ed Anderson da 4, ma Carmelo Anthony ed Ariza non fanno lo stesso mestiere: uno trasporta il pianoforte, l'altro lo suona. Oltre a ciò, per età che avanza ed imbolsimento il 3 non lo può fare più, dunque in campo vedo Anthony ed Anderson alternativi nel ruolo di secondo violino della squadra, pronti a sparare tutto ciò che gli passa in mano.



    Il vero "buco" di Houston è Ariza, perché Carmelo se arriva è solo un'aggiunta in più come bocca di fuoco, ma lo spot di 3 difensivo che deve cambiare BENE e difendere BENE non lo vedo coperto adeguatamente da nessuno.

    La fortuna di Houston è che sono la squadra di Chris Paul, quindi con lui in campo troveranno una soluzione. Se fosse stata solamente la squadra di Harden si sarebbero sciolti come neve al sole come hanno sempre fatto fino all'arrivo di Paul, con Harden tristissimo con lo sguardo perso nel vuoto ad incassarne 40 in un quarto. Il vuoto in campo in un particolare compito (difensivo) mi sembra ci sia eccome, ma c'è la speranza (certezza) Chris Paul ad occuparsene.

  • Onestamente, le cifre sono giuste. Ma questo andava rinnovato a qualsiasi cifra poiché, dopo Paul e Harden, è il più importante.

  • Citazione ( HasheemThabeet 24/07/2018 @ 20:35 )

    Dominio Love!!! Adesso si viaggia per 4 mesi a 25 + 10, e a Febbraio lo tredano... o almeno lo spero per lui...

    Non capisco se Sei ironico o se dici sul serio. Se avessero voluto scambiarlo non lo avrebbero rinnovato. Adesso con questo contratto è praticamente impossibile scambiarlo.


    Come hanno detto anche altri, questa mossa certifica l'assoluta volontà di non fare tanking e cercare i play-off. Boston Philadelphia indiana Washington Milwaukee Toronto sono sicuramente molto molto superiori. Dopo queste, può succedere di tutto.

  • Citazione ( 09knicks 20/07/2018 @ 21:36 )

    PEr fare un esempio, il salary cap è a quota 80, la luxury a 100. I thunder con melo hanno un monta ingaggi oltre la luxury e arriva a 120. Tu puoi firmare giocatori con contratti importanti solamente stando sotto il salary, ovvero gli 80, per cui ...


    Chiarissimo, credo. Intanto, grazie molte. Gentilissimo. Dunque, facendo il buyout a Carmelo, OKC non avrebbe mai potuto firmare (tanto per fare un esempio e per rimanere in tema) un giocatore come Schroder che prende circa 15M, giusto? Avrebbe potuto aggiungere solo giocatori da minimo salariale. Giusto?



    Se è tutto confermato così, allora OKC ha fatto bene. Se tanto non poteva fare diversamente, non poteva aggiungere altri giocatori "importanti", tanto vale avere lui.

  • Citazione ( peus82 20/07/2018 @ 14:18 )

    Giocatore perdente che è sempre stato più bravo a fare canestro per le proprie statistiche personali piuttosto che aiutare la propria squadra a progredire. Ottima mossa di Oklahoma che compensa la pessima mossa dell'anno scorso nel firmarlo. Se Hou ...

    Non per fare polemica, ma a parte il fatto che un commento così tranciante nei confronti di Carmelo Anthony... e poi uno guarda il tuo avatar. Battute a parte, scusami, se 82 è anno di nascita i playoff di Carmelo Anthony a Denver te li ricordi. E se te li ricordi, come fai a dire certe cose? Non ti ricordi che razza di animale fosse??

  • Citazione ( 09knicks 20/07/2018 @ 12:22 )

    Come no? Un conto è firmare un giocatore, un altro è prenderlo via trade, ci sono mille variabili in gioco che aggevolano la cosa. BrixiaOKCthunder il punto non è esser d'accordo o meno sulle valutazioni di schroeder, è il fatto che in t ...

    Credo di essere d'accordo con te sul concetto, ma siccome sono sempre stato uno di campo e molto poco sulle regole, potresti gentilmente spiegarmi (nel dettaglio) cosa vuoi dire con "i soldi sarebbero stati comunque bloccati, tanto vale provarci" ?

  • Citazione ( PippoF92 20/07/2018 @ 09:37 )

    Reggie Jackson che se ne è andato da OKC nemmeno lasciandosi troppo bene tra l'altro con Russ e KD, con diverse critiche e punzecchiate reciproche al tempo. No perché dicendola come la dici tu sembra che ci fosse un affiatamento chissà quanto e un ...


    Messa così suona meglio. Nel senso: se mi citi tutto ciò che è accaduto (è verissimo) nella carriera di Schroder sono d'accordo. Non è un giocatore tipo "uomo franchigia": qualcuno c'è cascato (il contratto), qualcuno c'ha creduto e c'ha provato, ma ora nessuno penso ci creda. Su questo sono d'accordo con te. Sottoscrivo questo tuo post.

    E' che prima dicevi: "ruolo largamente marginale" e mi sembrava una cosa tipo: "???". Cioè, per uno che ha un "ruolo largamente marginale" (Singler?) OKC si sarebbe mossa senza senso. Nel senso, se prendi uno come lui è per trovargli la giusta collocazione (non uomo-franchigia sempre palla in mano, bensì al massimo il sesto uomo); altrimenti, facevano il buy-out con Carmelo Anthony e finiva lì.



    OKC lo ha preso perché non ha un secondo quintetto che funzioni. Sono davvero imbarazzanti. Visti anno scorso (li ho visti praticamente sempre poiché adoro alla follia Westbrook -seppure sia tipo Tazmanian Devil, si sbrodola, turbine tuono, gira la testa e capisce più niente- e mi piacciono un casino PG e Carmelo), nel secondo (imbarazzante) quintetto c'era solo un ragazzino degno di nota, mi pare sia un certo Grant. Jimmy Grant, Jerry Grant, una cosa simile. Quello è bravino. Ci mette la tigna. No talento, ma tigna. Poi Felton, nonostante sia cicciottello (bella buzza), il suo onesto lavoro lo ha fatto spesso (ha il coraggio di tirare, non è poco lì in mezzo). Per il resto: il NULLA.

    In un contesto simile (secondo quintetto OKC: il NULLA), credo che Dennis Schroder (o come si scrive coso lì) non avrà mai, come dicevi, un "ruolo largamente marginale" (oh poi se avrò sbagliato: complimenti a te che l'hai detto un anno prima!).

    Credo che OKC lo abbia preso volentieri. Credo che gli voglia dare proprio tanta importanza. Altrimenti sono scemi.

  • Citazione ( PippoF92 20/07/2018 @ 00:54 )

    La questione Schroeder con il tempo diventerà una bella gatta da pelare in casa Thunder. Caratterino troppo difficile con Westbrook! A meno che non si accontenti di un ruolo largamente marginale a 15Mln annui, quindi praticamente in cassa senza il m ...

    In base a cosa dici ruolo marginale di Dennis schroeder? Stando alla logica dovrebbe giocare nel secondo quintetto, ipoteticamente nel ruolo di westbrook. In pratica nel secondo quintetto insieme ad abrines Patterson Noel. se fosse così, quello sarebbe il suo quintetto e lui sarebbe il sesto uomo.

  • Dal punto di vista di Oklahoma questa Trade ha senso se Carmelo Anthony non voleva fare il sesto uomo, dato che il tedesco farà questo.
    In linea generale non c'è paragone tra Carmelo Anthony e Dennis schroeder, Ma se il primo è scontento e il ragazzino tedesco motivato Allora le cose cambiano.
    Per un talento come Carmelo spero che vada a Houston per vincere.

  • Citazione ( Massi21 19/07/2018 @ 17:29 )

    Poteva andare via per molto meno, come si fa a non essere soddisfatti per aver messo le mani su un giocatore come DeRozan? Piuttosto è uscita un’ala piccola ed è entrata un’altra guardia, sarebbe una follia affidarsi di fatto al solo Gay che di ...


    Sono d'accordo. L'avevo scritto anche giorni fa rispondendo (non ricordo a chi): Derozan non è affatto male. SAS ha un problema "cronico" nel riuscire a mettere punti e Derozan è una macchina da punti. C'è un fatto che molte persone dovrebbero capire: il coltello dalla parte del manico non ce l'aveva SA, hanno dovuto fare di necessità virtù.



    Una cosa mi lascia perplesso. Metti Gay da 3 titolare. Mi lascia perplesso questa cosa, poiché nella stagione scorsa Gay per lo più sostituiva Aldridge/Gasol, giocando da 5 in un quintetto piccolo, o da 4 col secondo quintetto in campo insieme a Gasol. Non so se oggi potrebbe stare in quintetto a fare il 3. Non per una partita in emergenza, dico per tutta la stagione. Mi sembra strano. Forse Bertans in quintetto da 3, dato che Kyle non c'è più. Murray, Derozan, Gay, Aldridge, Gasol = mi sembra poco probabile. Visti anno scorso direi più: Murray, Derozan, Bertans, Gay (?), Aldridge. Ma ho delle perplessità.

    Ah. Ci tengo a precisare che non vedo mai la summer league e non sono aggiornato al massimo. Le mie sono banali opinioni dettate dall'averli visti la scorsa stagione. Sempre, ma era la scorsa stagione.

  • Citazione ( Maz199 18/07/2018 @ 20:19 )

    Lowry ibaka Green e Leonard .. teoricamente hanno una squadra di difensori mica da ridere. I due Spurs probabilmente non arrivano contentissimi .. ma hanno bisogno di giocare bene per strappare il contrattone poi .. ad Est ci sono Phila e Boston .. ...

    sono d'accordo. Sono arrivati primi Ed ora se kawhi Leonard e sano sono migliorati. Direi, almeno ad oggi sulla carta, che sono sicuramente più forti di Philadelphia. Sono da finale di conference con boston.
    Non si può dire se siano più forti dei Boston Celtics dato che Irving è mancato e Gordon hayward è mancato tutta la stagione.
    A bocce ferme senza aver visto questa nuova squadra direi che Toronto ha fatto bene a prendere kawhi Leonard perché sicuramente non sarebbero andati in finale con Demar derozan, Nel senso che i play-off in questi anni parlano chiaro. Lebron è andato ad ovest quindi rimescola le carte ad est.
    In più c'è da considerare che Demar derozan aveva tanti anni di contratto Mentre se tra un anno kawhi Leonard Danny Green andranno via suppongo che avranno spazio salariale, correggetemi in caso.

  • Citazione ( LunaticFringe 18/07/2018 @ 19:28 )

    Devi vedere se fai i PO a ovest quest'anno...

    kawhi Leonard e la scorsa stagione non ha mai giocato e San Antonio Spurs sono arrivati ai play-off. Hanno perso Danny Green e lo sostituiscono con Demar derozan che è una macchina da punti.
    Stando alla logica, dovrebbero fare i play-off dato che la squadra è migliorata rispetto alla scorsa stagione. Non in senso assoluto. Ma solo riguardo la scorsa stagione in cui kawhi Leonard non ha mai giocato.

  • Citazione ( Merlin2 13/07/2018 @ 14:59 )

    Il tuo discorso è molto bello, e anche condivisibile sotto certi aspetti. Tuttavia per quanto mi riguarda, durant potrà vincerne anche 10 di anelli a GS vincendo tutte le volte l'MVP, e resterà nella storia come un coniglio. Il più forte dei coni ...


    No, vabbè, per carità ognuno ha le sue opinioni, ma ti assicuro che (cito parole tue) questa frase: "durant potrà vincerne anche 10 di anelli a GS vincendo tutte le volte l'MVP, e resterà nella storia come un coniglio." è fantascienza. Scrivi: "Per me" all'inizio e nessuno ti dice nulla (in qualunque discorso, quando esageri "sparandole" con certe forzature, dovresti sempre aggiungere un: "per me" ad inizio frase, serve a sminuire la portata della cosa, insomma a smussare gli angoli). Ma "nella storia", per la storia del basket, se dovesse continuare la piega presa, sarà una Leggenda, non un coniglio. Dai su. I concetti si possono esprimesere senza esagerare, su. E te lo dice uno a cui non piace di certo 'sta piega presa. Tu potrai detestarlo, disprezzarlo, chiamarlo coniglio, eccetera, ma ti assicuro che sarai solo al mondo (poi, per dire, nel mondo ci sono 8 miliardi di persone, per cui qualcuno lo troverai anche del tuo parere -in India c'è una setta religiosa di 3 milioni di persone ed in pratica nessuno di questi TRE MILIONI di persone mangia. Si cibano delle proprie feci e urina. Questo per dire che al mondo si trova di tutto). La storia la fa chi vince, non le simpatie o antipatie mie o tue. A me non piace che sia andato nei GSW, ma è un dato di fatto che (ad oggi) è sempre il più forte di tutti nelle finali. E' chiaramente già nella storia, eccetera, ma se davvero arrivasse (le probabilità ci sono, data la loro età) a 4-5 anelli di fila, mvp finali, eccetera (non 10 come dici tu, basterebbe e avanzerebbe anche la metà!) tu potrai continuare a dire per l'eternità: "Durant è un coniglio", ma la Storia del Basket dirà tutt'altro.

    Poteva fare come AI e non vincere mai niente; ha scelto altro. Ma dopo che avrà smesso, rimarranno gli anelli e i premi; i commenti tipo: "Durant è un coniglio" saranno tipo balle di fieno che rotolano da sole nel deserto. Non lo dico per offendere, per carità, lo dico solo per mettere a fuoco come gira il mondo, insomma la realtà delle cose. Ripeto: "per me" l'ala piccola più forte è T-mac, ma so che la storia dice altro, i risultati dicono altro.


  • Corollario a quanto ho scritto prima (riguardo il discorso su Kevin Durant):



    Limitatamente per ciò che ho visto, per la FOLLIA (in senso buono) che gli ho visto fare in campo, la miglire ala piccola di sempre è Tracy Mcgrady. Se, però, discutendo con le persone che asseriscono: "allora, la migliore guardia di sempre è ovviamente DIO; la migliore ala piccola è Lebron; poi..." io non potrei mai interrompere la gente per dire: "No, non è Lebron, è T-mac!". Non lo posso fare perché la storia non corrobora la mia tesi. Lo vorrei fare, tanto! Ma non posso.

    Nella storia rimane che non ha vinto nulla, che s'è fatto tanto male e che a 33 anni è andato in Cina. E Lebron, invece, a 32/33 anni ha portato un titolo a Cleveland.
    La Storia non si fa con i "se" e con i "ma". E' tutto qui.

  • Citazione ( sasha5 13/07/2018 @ 11:27 )

    Tu dici che kd desidera ardentemente un titolo da rinunciare a 10 mil. La domanda adesso è: sapere che hai dovuto rinunciare a una parte del tuo stipendio per ingaggiare altri due, ti fa gioire nella stessa misura che se non li avessi fatti ingaggia ...


    Guarda, lo dico senza alcuna polemica. Credo proprio di sì! Kevin Durant non è un comprimario nei GSW: E' il giocatore migliore. A guardare il sorrisone di Kevin Durant, penso che sia felice (scoperta acqua calda). Di più, da quando c'è lui, alla fine gli dicono sempre: "Hey, di tutte queste partite, be' insomma, tu sei il più bravo di tutti!"
    Si prende i premi, i meriti, e vince i trofei.

    Domanda: i GSW potrebbero vincere i prossimi 3 o 4 campionati di seguito (o quasi, insomma, anche cose tipo i prossimi 3 titoli in 4 o 5 anni -non serve per forza filotto) ?

    La tua risposta immagino sia: "sì!". Ecco. Poi Kevin Durant smette di giocare e si farà fotografare con: 6 titoli di mvp delle finali, 6 anelli, 1-2-3 mvp della stagione, eccetera. Ti assicuro che alla fine rimane questo. Rimane un FENOMENO di giocatore, una assoluta macchina da guerra in fatto di FAREPUNTIORA, con l'unico problema di non avere più lo spazio in casa per i premi vinti.

    Alla fine, nella storia, rimane solo questo: il palmares. Il ricordo. I premi.

    Lui è amico di Iverson, che se avesse vinto avrebbe tutto un altro peso ovviamente, be' credo semplicemente che non avesse alcuna voglia di passare alla storia come Iverson (1). Con tutto il rispetto del caso dato che AI è un fenomeno e HOF.

    Perché oggi nessuno si sogna di dire che, nella storia del basket, la migliore ala piccola è Kevin Durant e non Lebron o Doctor J, eccetera. Ecco, so benissimo che LA STORIA fa cambiare (anche giustamente eh) le opinioni alle persone e (ipotesi) se nei prossimi 6 anni GSW vincerà 4 anelli, con Kevin Durant che ovviamente vincerà il premio di mvp 4 volte... la storia potrebbe cambiare.



    Se (se) accade, e ad oggi è l'eventualità più probabile, tra 10 anni vai tu a contraddire chi dirà: "Kevin Durant è la migliore ala piccola di sempre".





    (1) penso che se Kobe fosse finito a Philadelphia a giocare da solo, mentre Allen Iverson fosse finito ai Lakers con Shaq, Horry e Fisher, a quest'ora forse Allen Iverson avrebbe qualche titolo di mvp in più e sicuramente avrebbe vinto; Kobe forse non avrebbe vinto mai nulla. Quella finale me la ricordo. Con tutto il bene che posso volere a Kobe: se Iverson avesse giocato nei Lakers quella finale e Kobe nei sixers, il risultato non sarebbe cambiato: Lakers campioni.

    Oggi, infatti, Kobe è Dio ed ha 5 anelli. Allen Iverson non ha vinto nulla e lo invitano ogni tanto in tv a fare quello che (con tutto il rispetto per tutti) "Ciccio Graziani" fa da noi (che poi Graziani invece nella "philadelphia" di turno lo scudetto lo ha vinto, povero Iverson...).




    Riassumo:

    ragazzi, bisogna cambiare punto di vista. Bisogna vedere le cose sotto un'altra prospettiva. Il problema non è Kevin Durant che "vuole vincere facile". Il problema è che (per dirne uno) Chris Paul vuole 40 e più annui in un super-team (perché questo è Houston) a discapito della squadra (Ariza, etc). Avesse rinunciato a qualcosa non è che (per dire) firmavano Lebron... si limitavano a tenere Ariza! Ma a Chris Paul importava più avere da parte 350 milioni di dollari. Non poteva proprio sopportare di averne solo 300 da parte.

    E' questa l'ottica giusta! Si tratta di questo. Chris Paul non rinuncia manco al tetrapack usato e vuoto del latte per poter rifirmare Ariza; Kevin Durant rinuncia a 10 milioni (circa? di più? di meno? non è questo il punto) per poter rifirmare Iguodala.

    Il punto è esattamente questo. La questione inizia e finisce qui.

  • Citazione ( PippoF92 13/07/2018 @ 11:15 )

    Il fatto è che..quanto spazio potrà avere a Denver? Non avrà di certo 35' palla in mano per poter mettere su numeri strabilianti e puntare ad un max nella FA 2019! Considerando anche che la squadra è in quel limbo PO/nonPO secondo me poteva cerca ...


    Sono scelte.

    Quello che dici è condivisibile, è sensato: a Denver non è detto che giochi 35 minuti a partita, mentre (ipotesi) ad Orlando sì.

    Però, penso anche questo: Orlando è immondizia. E' veramente immondizia. Al suo posto non ci giocherei mai e poi mai. Lo stadio è vuoto. Non c'è nessuno sugli sparti, erano così anche delle partite in tv nazionale. Scelta comprensibile da parte della gente: benché Orlando sia una città orrenda (ci ho passato 4 giorni), diciamo che qualcosa da fare c'è, dunque una squadra-immondizia non la vai di certo a vedere (forse gratis).

    Denver non è Orlando. Denver è una squadra da play-off. Destinata a crescere. O comunque: in fase di crescita.

    Tu mi pare alludessi a questa ottica: Thomas dovrebbe giocare dove ha più minuti, quindi più visibilità, quindi anno prossimo contratto migliore. E' condivisibile il tuo pensiero. Ma credo che lui abbia scelto altro (forse) per questa ragione: lui ha praticamente 30 anni. Se a 30 anni finisci nell'immondizia, anche se tu sei il Capo della Banda dell'Immondizia (tipo walking dead che vivevano tra i rifiuti), sei comunque in mezzo alla monnezza. Denver gioca i play-off, forse. Esiste la possibilità. Anche se a Denver facesse il sesto uomo e basta, lui finirebbe sempre in campo le partite, giocherebbe i minuti finali (sono quelli che contano) ed avrebbe i palloni importanti poiché lì vedo solo ragazzini, un possibile fenomeno ed un buon giocatore che fa bene molte cose ma eccelle in nessuna; in quella squadra, penso che Thomas avrebbe minuti importanti. Credo che abbia pensato che è meglio, per lui, a 30 anni, giocare 8-10 minuti in meno (che poi non è detto eh) a partita in una squadra che punta ai play-off, piuttosto che essere il Re dell'Immondizia. E credo che abbia fatto bene.


  • Mi sembra un punto di vista condivisibile il suo. Così come è condivisibile quello di chi dice che quando la NBA è incerta è più divertente, quando una squadra col nocciolo sotto i 30 anni vince 3 su 4... la NBA si appresta a finali da sbadiglio fino al 2023.

    Sono tutti punti di vista condivisibili. Curry non ha torto, non posso dar torto a lui: non hanno infranto alcuna regola, si sono adattati e sono stati scaltri. I miei amici che sbadigliano non hanno torto: anche io ho visto almeno gara 3 gara 4 "sbadigliando". Sono tutti punti di vista condivisibili questi.


    Ma reputo errato e dannoso un modo di pensare. Questo.

    Chi manifesta livore per Golden State e Kevin Durant "insultando" e ciarlando di mancanza di coraggio (ma sul serio?), di voglia di vincere (ma sul serio fate???), eccetera, semplicemente sbaglia. Durant rinuncia a 10 milioni e rifirmano Iguodala e Livingston. Chris Paul pretende il max, non rinuncia a NIENTE, e perdono Trevor Ariza. La differenza di comportanti è qui.

    Nessuno di noi può arrogarsi il diritto di insultare nessuno di loro, almeno sulle scelte contrattuali. Certo è che Chris Paul non desidera ardentemente vincere l'anello quanto Durant, perché, se lui come tutti gli altri come il mondo intero si mettono a piangere per un mondo migliore o per "qui bisogna cambiare le regole, dai" (quelli che pensano queste cose mi fanno venire in mente i bambini al campetto a 10 anni che si portavano via il pallone quando le prendevano), potrebbe iniziare a comportarsi "da adulto": ma porca miseria, sei arrivato a 33 anni, hai guadagnato l'ira di dio di soldi, sei un fenomeno assoluto che è HOF 4 minuti dopo che darai l'addio al basket... e non vuoi rinunciare a 10 milioni annui per rifirmare Ariza?
    Questo per far capire che: chi, tifoso Houston o non, piange e si lamenta per Kevin Durant (per me Cousins è tutto un altro paio di maniche: vediamo come torna, se ritorna, quando ritorna...ricordiamoci Derrick Rose), dovrebbe comportarsi da adulto: non bisogna "piangere" se Durant per avere una squadra migliore rinuncia a soldi. Bisogna andare dai vari Chris Paul della lega e dirgli: ma perché non rinuncia a qualcosa come fa Kevin Durant, così rifirmate Ariza (o chi per lui, non è questo il punto) ?La differenza, quella vera, è tutta qui: a Golden State c'è un gruppo di persone che ha già rinunciato a qualcosa per avere una squadra migliore e altri lo faranno (ho letto di Thompson: vedremo); altri giocatori non vogliono farlo.

    Invece di piangere come i bambini perché sono dei perdenti, potrebbero firmare nuovi contratti a 25 anziché a 40, così i vari "iguodala" di turno potranno dare una mano. Questo perché nello sport (ma anche nella vita) se tu sei colui che "insegue" non devi fare il bambino e blaterare "cambiamo le regole così non vale non è più sport, gnè gnè", devi rimboccarti le maniche ed adeguarti al mondo. Se vuoi vincere. Se vuoi 40 annui fino a 39 anni, va bene, tu vuoi 40 annui fino a 39 anni. Amen.



    ps:

    preciso che sono uno che adora alla follia da sempre Chris Paul. E, banalmente, ero sicuro che lui avendo "rosicato" così tanto nell'essere arrivato a 32 anni senza aver mai giocato neanche finali di conference, lui che è il miglior playmaker vero della NBA attuale, lui così competitivo, così forte, così serio, eccetera, be' ero sicuro che avrebbe rinunciato a qualcosa per lottare per il titolo. Pensavo: ora a Houston ha fatto la bocca sulle vere squadre da titolo, no come ai Clippers, dato che ora ha 33 anni ed i soldi li ha fatti, mentre i titoli zero, penso che a qualcosa rinuncerà. E invece...


  • Questo contratto fa notizia. Come dicevo in altra sede ad una persona: conta solo una cosa: DOVE capiti e QUANDO capiti. Ricordete tutti l'estate dei contratti di Mozgov, Deng, eccetera. Se (SE) il rinnovo di Thomas fosse coinciso con quel periodo; se (SE) non si fosse fatto male, oggi avrebbe un max (che molto probabilmente sarebbe un peso che tutti vorrebbero sbolognare).

    A mio parere,tuttavia, avrebbe fatto più notizia un max perché il suo ruolo non era quello di "uomo franchigia" da 30 punti di media a partita che pretende il max: il suo ruolo ad alti livelli è sesto uomo (niente max per loro). Sicuramente una delle peggiori squadre poteva dargli il max l'anno scorso, ma solo per "ingolosirlo" a giocare tra scapoli e ammogliati. Non credo che Ainge sia stupido se lo ha sbolognato via come un pacco per prendere un injury prone come Irving: sapeva benissimo qual era la differenza tra i due. Mica è scemo.

    Tenendo conto di tutto quanto (età, infortuni, eccetera) credo che il suo stipendio potrebbe essere un triennale da 10 milioni (in una squadra appena decente, o da primo turno playoff), ad esagerare 13/15 in una squadraccia (alla nets). Vorrò sentirlo parlare riguardo questo contratto (magari mi smentirà), ma così, senza sapere di più, senza avere altre notizie, credo che questa sua firma sia simile alla "mossa di scacchi" di Cousins che ora si accontenta e anno prossimo spera di prendere ciò che merita (o cosa pensa di meritare). A mio parere, nessuno dei due ci riuscirà. Certo è che, se (SE) non starà un anno dentro e fuori per gli infortuni, Thomas non meriterà 2 milioni annui. Non è il fenomeno che ha illuso (illuso) molti, ma è comunque qualcosa di simile alla Lou Williams (oltre 20 di media dalla panchina: complimenti), dunque se Lou ad 8 annui è un mezzo furto, Thomas a 10-12 annui (SE sta bene fisicamente) lo si potrebbe vedere. Certo, magari lui vorrebbe 25 annui (anche di più!) perché ci aveva fatto la bocca, ma (purtroppo per lui) tutto il mondo la pensa diversamente.



    Ovviamente, se qualche ragazzo continua ad avere negli occhi il Thomas dei 30 di media e l'animale pazzesco del quarto quarto, pensa che il mondo sia crudele e che la NBA sia impazzita, ma da questo contratto pare evidente proprio a tutti (voglio dire, oh!, 2 milioni eh! non ci sono equivoci: la favola è finita!) che quel giocatore non esisterà più (nel basket che conta).

  • Citazione ( Ste1990 11/07/2018 @ 11:30 )

    No, aspetta, il discorso è un altro. Per me va pagato questa cifra, perchè la merita e altrove gliela avrebbero offerta, ma il vero problema è che si sono persi gli ultimi due anni a farlo stare in panca piuttosto che a farlo giocare, è qua che ...

    A mio avviso si evinceva chiaramente che finiva in panchina per non valorizzarlo troppo. Se avesse giocato di più, Probabilmente oggi avrebbero dovuto dargli 15 milioni annui. A vederlo in campo avevo la netta sensazione che finisse in panchina per quella ragione, Insomma lo tenevano In naftalina proprio per non valorizzarlo. Questo per dire che apparentemente è come sembra a te, ma con un po' più di attenzione la logica c'è. Tuttavia, Ammetto che secondo questa tesi, del tutto personale e basata solo su l'impressione dopo averli visti in tutta la stagione scorsa, la firma per soli 2 anni stride. Voglio dire, la firma di 4 anni corrobora questa tesi, una firma di 2 anni invece no.

  • Citazione ( PaulAuster 11/07/2018 @ 12:18 )

    Oltre a darti ragione, non capisco esattamente perche' un team da playoff (senza Leonard) dovrebbe fare rebuilding o tanking. L'asse Murray-Aldridge e' di buon livello, Covington e Saric (o Ingram e Kuzma) sono due buoni starter, in un sistema come q ...

    esattamente, il senso di quello che volevo dire era questo. Senza Leonard sono arrivati ai play-off, aggiungendo covington e saric non possono peggiorare. Una squadra tra il quinto e ottavo posto ha il dovere di continuare a cercare i play-off. Sono altri che pensano al Tanking.


    Posto che nella mia risposta non entravo nel merito se sia giusto o sbagliato vendere per rifondare, specificavo solo che aldridge può essere venduto per rifondare, Ma Pau gasol no. Aldridge Vale molto, se lo vendi ottieni cose. Pau gasol Vale niente, non ottieni niente. Se si liberano di aldridge, lo fanno davvero per rifondare. Se si liberano di Pau gasol, lo fanno per andare all-in, per dire. Sono proprio due ragionamenti agli antipodi, Volevo dire solo questo.


    La mia banale opinione al riguardo è che va bene che oggi Domina Golden state E se avranno qualche problema dietro l'angolo c'è houston, dunque nessuno può competere con loro, Ma questo non vuol dire programmare da oggi necessariamente per il 2026 e fare tanking per anni, dato che ci sono loro.


    Chiedo scusa su punteggiatura e maiuscole ma sto parlando a Google dal telefonino.

  • Citazione ( CerrutiBr0wn 11/07/2018 @ 09:36 )

    Merlin anche Dirk avrebbe preferito lottare per il titolo gli ultimi anni invece che tankare l'anno scorso. L'unica cosa importante è rendersi conto della realtà dei fatti, ovvero che le % minime di vittoria che dici tu non esitono, sono 0,01%. Ed ...


    Sull'ultima parte riguardo lo sbolognare Gasol e Aldridge: se lo dici nell'ottica di acquisire scelte future per rifondare, allora ha senso Aldridge dato che è una macchina da punti e l'ultima stagione è stata ottima (insomma vale qualcosa), ma poi si finisce per fare tanking (come suggerisci tu); Gasol oggi non credo consenta di ottenere scelte, anzi io per prendermi Pau Gasol le scelte te le chiederei! Battutaccia.
    Gasol lo si può voler sbolognare per una ragione (la stessa di Mills); Aldridge per un'altra. Non credo per la stessa ragione (rifondare daccapo).


  • Citazione ( PaulAuster 10/07/2018 @ 17:46 )

    Covington a 10 e' buon contratto nella Nba attuale. Saric invece e' la parte contrattualmente debole della trade, perche' tra uno devi discuttere del suo contratto e dovrai partire da 15 (che non vale), altrimenti tra due anni dovrai pareggiare team ...

    Sono due, non uno. Saric quest'anno 3,2M, anno prossimo 4,5M, infine QO a 6M nel 2020. Ancora due anni, insomma. Non è male.


  • Se Houston acquista Melo continua ad avere grosse chance di battere GS. Non è favorita, ma ha grosse chance.



    C'è scritto che andrà via con buyout o trade, ma Carmelo potendo decidere vorrà solo Houston, il che vorrebbe dire: Ryan Anderson. Ed allora non so se e quanto convenga a OKC, anche perché contratto Carmelo è di un anno, Anderson di due. Nel secondo quintetto OKC ci sono già Abrines e (soprattutto) Patterson a fare Anderson, quindi boh. Mi sembra abbia più senso il buyout.

  • Questo è già un contratto più comprensibile. L'altro sembrava proprio confermare la "furbata" di tenerlo nascosto. Nonostante fosse nel deserto degli spurs è stato tantissimo in panchina, ma quando era in campo ha lasciato intravedere ampiamente di meritare 5-7 annui, anzi. Dal lato di Bertans molto meglio questo contratto, perché se avrà più spazio poi tra due anni avrà contratti migliori; se invece continuerà a giocare a tozzi e bocconi, allora no.

  • Citazione ( Merlin2 10/07/2018 @ 21:15 )

    Pur di avere ragione hai citato irving che è injury prone almeno quando cp3 e lebron che vabbè è un play quanto lo sono harden o il boris diaw dei tempi andati, giusto per citare due esempi in due ruoli diversi. Che poi cp3 non varrà 40 mil nel s ...

    Grazie! Chiarissimo e gentilissimo.

  • Sapete per caso se Philadelphia ha offerto o meno un contratto a Belinelli? Avrei giurato rimanesse lì dato che, andato via Lebron, le due squadre più forti ad Est sono, appunto, Phila e Boston. SA dà più incognite in ottica play-off. Non so quanti soldi gli abbiano offerto, o se l'abbia proprio ricevuta un'offerta.


  • Ho una domanda.
    Houston potrebbe firmare Capela a 20 annui ed offrire un contratto a Carmelo?



    Non credo che OKC riesca a scambiare Carmelo, al massimo buyout. Ma dopo il buyout al massimo quanti soldi potrebbe prendere a Houston? Posto che, se col buyout comunque un giocatore i suoi soldi li prende lo stesso (non conosco questa regola, spiegatemi pure), Carmelo a quel punto potrebbe anche firmare al minimo salariale (nel caso, dopo una firma di Capela a 20 annui, potrà offrirglielo?).


  • Questa offerta è senza senso. Capela in altri contesti in questi anni magari sarebbe stato solo uno di quei giocatori utili per cambiare le lampadine quando in casa non hai scalette, ma nel contesto Houston è fondamentale. Hanno già perso Ariza (importante), perdere Capela sarebbe un rischio: non credo che, pronti-via, riescano a trovare qualcuno che si integri come lui, non perché sia chissà chi di fenomenale, semplicemente perché si integra alla perfezione nella squadra (posto che non so chi sia disponibile tra i C importanti).

    Ah. Anche 100 in 4 anni però sono senza senso.


  • Ieri ho letto la notizia dell'offerta di Toronto (Lowry o Derozan) ed ho detto che preferivo Derozan. Ora onestamente quest'offerta mi sembra superiore, in ottica "futuro". Derozan è più forte e più importante, oggi, sia di Saric sia di Covington. Per quanto a me faccia piacere Saric (faccio sempre il tifo per gli europei in america, specie quelli bravi), oggi Derozan ti dà 25/28 punti a partita (credo che né Saric né l'altro saranno mai macchine da punti), e SA ha un bisogno pazzesco di gente che faccia "punti facili". (poi andrebbe anche detto su Derozan: non è più tanto vero che da 3 non tira mai: nell'ultima stagione ha aumentato del triplo il numero di triple, mantenendo la % sempre sul 30%, il che sicuramente non è abbastanza, ma è un miglioramento netto, insomma è in crescita); oltre a ciò, SA ha appena rinnovato Bertans (non sto dicendo che è più forte di Saric) ed ha Gay.

    Però, forse tenendo conto del fatto che esiste GSW allora più che per un giocatore fantastico come Derozan (di 29 anni) che tanto di certo non ti aiuta a competere per il titolo (al massimo SAS al 2 turno di PO), tanto varrebbe lasciar perdere il presente e puntare ad acquisire (le scelte, e fin qui d'accordo chiunque) gente più giovane che è valorizzabile.

    Mi sembrano buone offerte quelle di questi giorni; mi stupiscono, dato che Leonard (pare che) ha detto che vuole i Lakers; per dire, con la certezza di NON rinnovare, non solo non vale Saric e l'altro, ma non vale praticamente nulla, anche perché è stato un anno fermo.

  • Non ho seguito la Reggiana nelle ultime stagioni. L'ultima che ho seguito era questa: Cincia, Della Valle, Silins, Polonara, Lavrinovic. Il più importante di tutti era Kaukenas. E c'era Mussini, che di lì a poco andò in america. Non sapevo avesse giocato a Trieste. Ora non è più un ragazzino. E' un giocatore di basket? Da play-off, oppure panchinaro nei bassifondi?


  • Magari sbaglio, ma ho come l'impressione che dopo questa firma i minuti e soprattutto il ruolo di Bertans nella squadra cambieranno parecchio. Spesso nell'ultima stagione ho avuto la sensazione che stesse in panchina "di proposito" perché in campo giocava troppo bene (rispetto agli altri organismi imbolsiti). Per dire, Murray andava in panchina perché i suoi minuti li aveva ed essendo un ragazzino cresceva nel modo giusto; con Bertans pensavo spesso: "ora lo sta mettendo fuori altrimenti a fine stagione devono dargli troppi soldi".

    Avesse firmato per meno anni, non credo che il suo ruolo sarebbe cambiato, ma con un contratto lungo così viene (banalmente) da pensare che giocherà parecchio.

  • Citazione ( Ste1990 09/07/2018 @ 22:55 )

    Il discorso credo, è che in realtà trovare un Role come Mills non è affatto facile, soprattutto nel basket attuale. In quest'ottica anche il preferire Bertans a Kyle è indicativo. Purtroppo siamo in un epoca tale che Mills>Parker, ma senza omb ...

    Hai ragione, questo è vero. La "direzione" è evidente. Non so se sia la scelta giusta. Boh. Sicuramente sbaglio io, eh! Del resto, come ben dici, Parker non è che sta giocando chissà dove. Boh.


  • Fossi in SAS riterrei questa offerta buona, accetterei Derozan. Non conosco altre offerte, non so se ce ne sono di migliori (ce ne sono?). Credo che più passi tempo, meno offerte buone ci saranno. In generale, la squadra va ricostruita, perché a parte Murray che la scorsa stagione è stato egregio e va decisamente valorizzato in futuro, non vedo molto (Bertans è ok). L'ideale per SA (dato che deve ricostruire) sarebbe avere quante più scelte sia possibile, ma non so se ci riuscirà.

    Perché preferirei Derozan a Lowry fossi sas: perché il ruolo 1 è occupato da Murray. Poi c'è un altro fatto: ciò che colpisce delle partite degli spurs è che fanno una fatica BESTIALE nel fare punti. Leonard nella scorsa stagione non c'è stato, ed il solo a fare punti "timbrando il cartellino" è stato Aldridge. Derozan è una macchina da punti, quindi sarebbe una manna dal cielo per loro! (Ho letto qualche commento e spesso erano negativi riguardo i due Raptors, ma non sono d'accordo su tutto: nei playoff sono stati eliminati in malo modo, okay, ma nella stagione sono stati grandiosi).

    Non so se SA sarebbe contenta nel vedere che il contratto di Derozan prevede 27 milioni annui per 3 stagioni. Forse uno scambio: Derozan e "immondizia di poco valore" per Leonard e Mills potrebbe ingolosire SA.

  • Citazione ( SaveOurSonics 09/07/2018 @ 23:23 )

    P.s., Sportando : commentare una notizia simile nel cercare di schivare la Ferragni, Vacchi e co. dà veramente fastidio!

    Ci sono delle cosine che bloccano tutto quanto, plugin per i browser.

  • Ma qualcuno sa se giocherà ancora a basket?

  • Citazione ( filrad93 08/07/2018 @ 21:44 )

    Se ti può interessare incollo qua un mio commento su Lavine fatto durante la scorsa stagione. A me Lavine non convince proprio. Non ne metto in dubbio le abilità di tiratore e di schiacciatore, ma non mi sembra un giocatore di basket. Non fa gi ...

    Quella tua opinione su di lui è esattamente quel che ho sempre pensato io. Però sicuramente sei più affidabile di più, dato che, come detto in altri commenti, non l'ho più seguito (infatti quando ho letto questa notizia sono trasecolato!).

Pagina di 2