Nano Press
Facebook Twitter Instagram Google+ YouTube RSS Feed Italiano English Türkiye
Serie A2 Est 11/06/2018, 11.02 Rumors

La Scaligera Verona ad un passo dal colpo Francesco Candussi

Il centro vicino ad un biennale

Serie A2 Est
La Tezenis Verona è ad un passo da Francesco Candussi, come riporta L’Arena.
Il centro ha avuto un incontro con il vicepresidente della Scaligera, Giorgio Pedrollo, e le due parti sono molto vicine ad un accordo.

Verona vuole firmare Candussi con un biennale per renderlo il centro titolare della squadra.
© Riproduzione riservata
E. Carchia

E. Carchia

Potrebbero interessarti
Comments Occorre essere registrati per poter commentare 34 Commenti
  • 90laPaura 12/06/2018, 09.11

    Sarebbe davvero un colpo di calibro notevole, se portato a termine.
    Per i commenti sotto, dico solo che a mio modesto avviso, la società sta crescendo sia nel fare mercato che nella gestione interna negli ultimi anni. Non ho ricordi di aver tenuto lo stesso coach, verso cui la presidenza ha fiducia, non ho ricordi della storia della Scaligera recente in cui ci siano ci sia un DS del calibro di Della Fiori che guida il progetto dando un'impronta riconoscibile alla squadra. Quindi io sono positivo, ammetto di essere in trepidazione per le conferme di Amato in primis, e Greene poi, ma come è stato detto sono giocatori che DI CERTO hanno mercato e attendono di avere il quadro più completo possibile prima di decidere. Il progetto giovani non è andato bene, o meglio non per tutti, Totè non è cresciuto, Amato non è giovanissimo ma è esponenzialmente aumentato di livello, tanto da divenire titolare al posto di Palermo. Curtis io lo avrei tenuto per l'impegno, però se si punta a salire ci sta tagliarlo. Che ci siano frizioni fra coach e DS, è anche possibile, ma vedo un ambiente sano e un progetto definito, e mi bacio le mani. Per Maganza, è un'incognita, ma se hanno valutato di tenerlo (anche in virtù del contratto ok, ma volete dirmi che non c'era nessuna escape?) significa che si fidano del suo apporto. Nessuno di noi lo ama, per forza...ha giocato tre partite. Io penso che rispetto a Poletti sia un upgrade, sotto canestro scusate ma non c'è paragone, un giocatore ordinato e anche grintoso, buona tecnica in attacco e rimbalzi. Un lungo classico. Fosse il titolare solo lui, sarei preoccupato, ma se arriva Candussi, c'è Udom...insomma pacchetto lunghi italiano di alto livello.
    Ovviamente se avete notizie dall'interno della società, che io non ho di certo, mi fido. Certo è che la situazione mi sembra più positiva di come la dipingete. Che ci siano visioni diverse credo sia normale, come anche confronti e movimenti interni. Alla fine bisogna scegliere e forse qualcuno non sarà soddisfatto al 100 %. Io sono comunque soddisfatto dell'ambizione societaria, della serietà e della trasparenza (da anni non si sapeva mai nulla circa il nostro mercato).

  • Paperauskas 11/06/2018, 20.25 Mobile

    Daje pedrollino !!! Secondo me se si scrive che è ad un passo avrà solo limato alcuni dettagli con Giorgio ... e poi visti i rapporti con la Reyer e la possibilità di prendere un italiano del genere non vedo nulla di strano in tutto ciò

  • sweepman 11/06/2018, 16.37
    Citazione ( anelloalnaso 11/06/2018 @ 12:41 )

    Quando si sente pronto.

    ...se non ti senti pronto a 24 anni suonati vuol dire che non sarai mai un giocatore da A1; Rimarrai in A2, e forse fra qualche anno arriverà una chiamata da qualche squadra di A1 per fare il 12° in panchina a sventolare gli asciugamani...... in fondo i panda un posticino al calduccio in panchina lo trovano sempre.

  • twinx 11/06/2018, 16.08
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 15:56 )

    Poletti sarebbe rimasto se non avessi avuto Maganza a libro paga; capito che le intenzioni i della Società erano quelle di avere più peso sotto canestro, era inevitabile che le strade si separassero .. non credo sarebbe rimasto neppure in una ipote ...

    Rispondevo all'altro utente, che imputava la
    mancata conferma di Poletti a DDF, rilevando come la conferma di Mitch
    sarebbe stata più facile, eventualmente, proprio con l'assetto voluto
    dal DS che non con quello attuale voluto da coach e proprietà. Poi,
    ripeto, a quanto si legge è stato il giocatore a voler andare, non certo
    il DS a non confermarlo. Secondo me Poletti non sarebbe rimasto neanche al posto di Maganza, per partire dalla panchina insieme a un quarto lungo dietro a Candussi e Udom. Preferisce, giustamente, partire in quintetto da un'altra parte.

  • twinx 11/06/2018, 16.01
    Citazione ( anelloalnaso 11/06/2018 @ 15:50 )

    No Poletti non è andato via perchè arriva Candussi. Candussi è una scelta degli ultimi tempi e non sai ancora se accetterà. Poletti è andato via all'indomani dell'ultima partita con la Fortitudo. Repentinamente. Inoltre Della Fiori deve ottimizz ...


    Io non ho accesso a notizie riservate, mi baso su quello che si legge. E, per quanto riguarda Poletti, si è letto che è stato lui a dire "No grazie" quando la società gli ha ventilato la possibilità di rimanere. Quindi, se questo è vero, non è la società o DDF che ha rinunciato a lui, ma il giocatore che legittimamente non è voluto rimanere. In ogni caso, ripeto, una sua conferma era più plausibile con l'assetto preferito dal DS che con quello che si prospetta ora, quindi non vedo perché lamentarsi con DDF per non averlo trattenuto. Se la società non è contenta dell'operato del DS, per come la vedo io non lo scavalca e non fa il mercato in prima persona, semplicemente cambia il DS con un altro di propria fiducia. Anche perché le campagne acquisti fatte dalla società in anni passati non sono state brillantissime e, trattandosi di Verona, non c'è alcun bisogno di scavalcare il DS per "tenere buona la piazza", dai.....
    L'offerta ad Amato, sempre a quanto si legge, è stata migliorativa rispetto al contratto dell'anno scorso, quindi ovviamente non gli avranno offerto due noccioline, poi dopo le ultime stagioni è un giocatore che ha mercato e, quindi, ci sta anche che possa andare via per mille motivi (non solo economici ma anche, tanto per dire, perché a parità di condizioni uno preferisce giocare a Bologna o a Treviso piuttosto che a Verona), ma questo non significa che non si sia fatto il possibile per trattenerlo o che gli si siano offerti due fichi secchi per il rinnovo.

  • Armix66 11/06/2018, 15.56 Mobile
    Citazione ( twinx 11/06/2018 @ 15:51 )

    Ma io ho considerato questa variabile, cioè il fatto di avere già un 5 per la panchina. Appunto per questo, non vedo come la scelta di rinunciare a Poletti possa essere imputata a DDF, il quale preferiva un lungo USA a Candussi. Se hai già Maganza ...

    Poletti sarebbe rimasto se non avessi avuto Maganza a libro paga; capito che le intenzioni i della Società erano quelle di avere più peso sotto canestro, era inevitabile che le strade si separassero .. non credo sarebbe rimasto neppure in una ipotetica rotazione a 3 con Udom e centro Usa

  • twinx 11/06/2018, 15.51
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 15:36 )

    Non consideri una variabile, che è poi quella su cui sta girando il mercato della Scaligera. L’unico punto di partenza, oltre alla cercata conferma di Udom, era il biennale di Maganza, che, ad oggi, non si ancora se in grado di rimettersi in campo ...

    Ma io ho considerato questa variabile, cioè il fatto di avere già un 5 per la panchina. Appunto per questo, non vedo come la scelta di rinunciare a Poletti possa essere imputata a DDF, il quale preferiva un lungo USA a Candussi. Se hai già Maganza, tieni Udom e prendi Candussi (come vogliono coach e proprietà), ovvio che Poletti vada. Mentre magari prendendo invece un 4/5 USA, come voleva DDF, potevi anche tenere Udom e Poletti e ruotare a tre lunghi, se Maganza lo consideriamo un punto di domanda per le sue condizioni

  • anelloalnaso 11/06/2018, 15.50
    Citazione ( twinx 11/06/2018 @ 15:32 )

    Poletti va via perché, come vogliono coach e proprietà, arriva Candussi al quale il buon Mitch, giustamente, non vuole fare da riserva. Immagino che, se invece fosse arrivato un lungo USA come DDF sembrava preferire, magari Poletti sarebbe anche po ...

    No Poletti non è andato via perchè arriva Candussi. Candussi è una scelta degli ultimi tempi e non sai ancora se accetterà. Poletti è andato via all'indomani dell'ultima partita con la Fortitudo. Repentinamente. Inoltre Della Fiori deve ottimizzare, certo, ma non snaturare le indicazioni di Dalmonte. Le continue dichiaraziioni fatte da Pedrollo negli ultimi tempi, che, a mio avviso, scavalcano Della Fiori, dove dava per certo la riconferma di Amato e Greene, che ad oggi, non si sono ancora realizzate, mi fanno pensare che Giorgio sia costretto e parlare per tenere buona la piazza... Inoltre se sono vere le cifre date a Severini, questo complica le cose, perchè ovviamente non puoi pagare cojhn i fichi secchi gente che l'anno scorso è stata decisiva e ha fatto la differenza.. Sarà anche stata fatta l'offerta ma bisogna vedee cosa hai offerto. Una cosa è offrire, un'altra è adeguare ai prezzi di mercato il valore di un giocatore, a mio avviso. Non so, ovviamente ma a me risulta che Amato sarebbe felicissimo di restare a Verona e ciò, per ora. non è avvenuto.

  • Armix66 11/06/2018, 15.36 Mobile
    Citazione ( twinx 11/06/2018 @ 15:32 )

    Poletti va via perché, come vogliono coach e proprietà, arriva Candussi al quale il buon Mitch, giustamente, non vuole fare da riserva. Immagino che, se invece fosse arrivato un lungo USA come DDF sembrava preferire, magari Poletti sarebbe anche po ...

    Non consideri una variabile, che è poi quella su cui sta girando il mercato della Scaligera. L’unico punto di partenza, oltre alla cercata conferma di Udom, era il biennale di Maganza, che, ad oggi, non si ancora se in grado di rimettersi in campo ..

  • twinx 11/06/2018, 15.32
    Citazione ( anelloalnaso 11/06/2018 @ 15:22 )

    Credo proprio che Della Fiori debba valutare le compatibilità finanziarie e tecniche ma non è che possa avere l'ultima parola sulla costruzione della squadra. Sarebbe abnorme.La squadra la decide Dalmonte, non Della Fiori. Il sistema di gioco lo ...

    Poletti va via perché, come vogliono coach e proprietà, arriva Candussi al quale il buon Mitch, giustamente, non vuole fare da riserva. Immagino che, se invece fosse arrivato un lungo USA come DDF sembrava preferire, magari Poletti sarebbe anche potuto rimanere (al netto del fatto che, in questo caso, sia stato il giocatore a volersi liberare subito...)

  • twinx 11/06/2018, 15.29
    Citazione ( )

    *** Commento moderato da Sportando ***

    Non sono d'accordo perché, ripeto, se le scelte sul budget le fa la proprietà (correttamente) e la squadra alla fine la decide il coach, allora si può fare anche a meno di un DS. Come peraltro è avvenuto in pratica in anni passati in cui il mercato veniva fatto direttamente dalla proprietà, con esiti non esattamente felicissimi mi pare. Se un DS con il budget a disposizione decide di prendere un lungo USA e un esterno italiano, anziché fare il contrario, perché li considera più funzionali all'assetto della squadra e al gioco del coach e ritiene di ottimizzare in questo modo le disponibilità economiche che la proprietà gli mette a disposizione, secondo me fa solo il suo lavoro, non certo i capricci. Se è vero quel che si legge ad Amato l'offerta è stata fatta da tempo, quello che si sta aspettando è solo la sua risposta. Può essere che DDF non sia un fulmine di guerra ma, se la società pensa questo, deve semplicemente licenziarlo e assumere un altro DS, non far fare il mercato al coach o alla proprietà.

  • anelloalnaso 11/06/2018, 15.22
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 14:45 )

    La situazione di Verona la conosci bene anche tu. E fortunatamente è migliorata molto in questi ultimi anni. Credo che ci siano state delle divergenze nell’area tecnica sulla scelta del 5, più per motivi di budget che per motivi tecnici. Credo an ...

    Credo proprio che Della Fiori debba valutare le compatibilità
    finanziarie e tecniche ma non è che possa avere l'ultima parola sulla
    costruzione della squadra. Sarebbe abnorme.La squadra la decide
    Dalmonte, non Della Fiori. Il sistema di gioco lo implementa
    l'allenatore e sceglie i giocatori che quel sistema sono in grado di
    realizzare. Non il contrario. Amato, per esempio è considerato
    fondamentale da Dalmonte, non altri. Dal momento che non penso proprio
    che Andrea abbia chiesto cifre iperboliche, che invece sono state date,
    sembra, a Severini. è chiaro che un regista importante sul quale
    Dalmonte ha costruito la stagione passata e quella futura, non vede
    soddisfatta la propria scelta per capricci di Della Fiori, che
    onestamente non mi pare questo fulmine di guerra, che se aspetta ancora
    un pò' Amato glielo soffiano altre squadre, dopo il fallimento del
    cosiddetto "Progetto giovani", e i tentennamenti sui giocatori che
    Dalmonte ha indicato, spero proprio che la campagna acquisti la faccia
    Pedrollo, molto più concreto ed affidabile, secondo me.Perchè mandare via Poletti che ha fatto molto bene, per esempio? Maganza a me non piace, non è da squadra che vuol fare il grande salto, per esempio. Le frizioni tra Della Fiori e Dalmonte sono riconducili a questo, al protagonismo di Della Fiori...

  • Armix66 11/06/2018, 15.12 Mobile
    Citazione ( Slandro 11/06/2018 @ 14:55 )

    Parli evidentemente di cose che noi non sappiamo. Potrei però aspettarmi che, se il gioco che Dalmonte vuole è quello visto quest'anno, effettivamente Candussi a noi non serva un cippa lippa e di conseguenza che il coach non lo voglia, magari per p ...

    Come detto da Twinx, credo che uno dei più evidenti limiti della nostra seppure ottima stagione sia stato il poco equilibrio di gioco, tra dentro e fuori. La scelta di Candussi va in questa direzione, che lascia aperta peraltro la possibilità di essere pericolosi anche tre. Speriamo solo che adesso Candussi non si piazzi solo sull’arco ..

  • Armix66 11/06/2018, 15.07 Mobile
    Citazione ( twinx 11/06/2018 @ 15:01 )

    Il timore è proprio che si torni a rivivere situazioni analoghe a quelle delle stagioni passate in cui la confusione e la poca chiarezza sui ruoli hanno creato notevoli problemi, dopo una stagione come quella scorsa in cui invece gli ottimi risultat ...

    E’ la mia stessa speranza, anche se non sono convinto sia andata proprio così in questo caso ..

  • twinx 11/06/2018, 15.04
    Citazione ( Slandro 11/06/2018 @ 14:55 )

    Parli evidentemente di cose che noi non sappiamo. Potrei però aspettarmi che, se il gioco che Dalmonte vuole è quello visto quest'anno, effettivamente Candussi a noi non serva un cippa lippa e di conseguenza che il coach non lo voglia, magari per p ...

    In realtà pare che sia proprio il contrario, cioè che DDF preferisse un lungo USA mentre invece coach e proprietà abbiano ritenuto opportuno investire forte su Candussi e ripiegare su un lungo USA solo se proprio non si riuscisse a trovarne uno italiano buono. Il che potrebbe anche essere sintomo di una volontà di impostare un gioco decisamente meno perimetrale rispetto a quello di quest'anno.

  • twinx 11/06/2018, 15.01
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 14:45 )

    La situazione di Verona la conosci bene anche tu. E fortunatamente è migliorata molto in questi ultimi anni. Credo che ci siano state delle divergenze nell’area tecnica sulla scelta del 5, più per motivi di budget che per motivi tecnici. Credo an ...

    Il timore è proprio che si torni a rivivere situazioni analoghe a quelle delle stagioni passate in cui la confusione e la poca chiarezza sui ruoli hanno creato notevoli problemi, dopo una stagione come quella scorsa in cui invece gli ottimi risultati sono nati, in primo luogo, proprio da una più corretta ripartizione delle competenze. Per come la vedo io, la proprietà deve indicare al DS un budget (compresi eventuali extra), poi se con quei soldi prendere un 5 italiano che costa parecchio e un esterno USA di profilo più basso, o viceversa, a mio avviso lo deve decidere il DS. Non la proprietà né il coach. Se l'asticella si alza perché vuoi puntare alla promozione, si alza per tutti compreso il DS, non solo per il coach, quindi anche DDF deve essere libero di fare al meglio il proprio lavoro. Mi auguro quindi che l'incontro sia avvenuto tra il giocatore e la proprietà soltanto a seguito di un accordo già sostanzialmente raggiunto e definito in ogni suo aspetto dal DS altrimenti, al posto di DDF, non la prenderei benissimo. E soprattutto, se poi Candussi non dovesse fare bene, non mi sentirei pienamente responsabile di questa scelta.

  • Slandro 11/06/2018, 14.55
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 14:45 )

    La situazione di Verona la conosci bene anche tu. E fortunatamente è migliorata molto in questi ultimi anni. Credo che ci siano state delle divergenze nell’area tecnica sulla scelta del 5, più per motivi di budget che per motivi tecnici. Credo an ...

    Parli evidentemente di cose che noi non sappiamo.
    Potrei però aspettarmi che, se il gioco che Dalmonte vuole è quello visto quest'anno, effettivamente Candussi a noi non serva un cippa lippa e di conseguenza che il coach non lo voglia, magari per poter spendere di più in altri ruoli, a lui più congeniali.

  • Armix66 11/06/2018, 14.45 Mobile
    Citazione ( twinx 11/06/2018 @ 14:32 )

    Armix quindi DDF, da un lato, non avrebbe voce in capitolo sugli aspetti economici e, dall'altro, anche sulle questioni tecniche e di impostazione della squadra l'ultima parola spetterebbe al coach. Mi chiedo, a questo punto, che senso abbia per un D ...

    La situazione di Verona la conosci bene anche tu. E fortunatamente è migliorata molto in questi ultimi anni. Credo che ci siano state delle divergenze nell’area tecnica sulla scelta del 5, più per motivi di budget che per motivi tecnici. Credo anche che l’intervento di Pedrollo sia in questo caso stato legittimo, proprio per dirimere una situazione difficile. Non è mistero che se fai una squadra in cui l’obiettivo è salvarsi, il GM sia in grado di gestire meglio i rapporti con il coach; se al coach alzi però l’asticella, probabilmente ha delle aspettative anche in termini di costruzione del roster. Mi auguro ovviamente che si tratti di un episodio isolato destinato a non lasciare strascichi e che si possa proseguire in armonia

  • twinx 11/06/2018, 14.32
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 11:45 )

    Qui stiamo evidentemente parlando di spendere extra budget, che il buon DF non ha nelle sue deleghe. Sotto il profilo tecnico le questioni sono già state affrontate prima anche con Dalmonte (che lo ha allenato nella nazionale juniores).. a Verona si ...

    Armix quindi DDF, da un lato, non avrebbe voce in capitolo sugli aspetti economici e, dall'altro, anche sulle questioni tecniche e di impostazione della squadra l'ultima parola spetterebbe al coach. Mi chiedo, a questo punto, che senso abbia per un DS lavorare così. Credo inoltre che non avere piena condivisione sulle scelte di mercato da fare tra proprietà, area tecnica e coach (nel rispetto dei ruoli, per cui la società stabilisce il budget, il DS sceglie i giocatori più adatti e il coach li allena) sia il modo migliore per iniziare male una stagione. Mi auguro vivamente che non sia così anche se, conoscendoti, temo che invece tu abbia ragione.

  • Nosistem 11/06/2018, 14.24 Mobile
    Citazione ( bubu170 11/06/2018 @ 12:24 )

    Conta la volontà del giocatore però e Verona e Venezia con Totè ne sanno già qualcosa. Se non ti confronti con gente più forte non puoi crescere e Candussi in A2 è sicuramente il lungo italiano più forte, per cui avrebbe assoluto bisogno della ...

    Con Watt e Bilgha la stessa Ve potrebbe inserirlo ; lo avrei visto bene da noi a Ss col 6 più 6 .

  • TheRounder 11/06/2018, 13.15 Mobile

    Come ho scritto ieri: i soldi la fanno da padrone.... in bocca al lupo a lui

  • anelloalnaso 11/06/2018, 12.41
    Citazione ( sweepman 11/06/2018 @ 12:37 )

    ...decisione che può sembrare discutibile a fronte delle richieste da parte di squadre di A1, ma forse il giocatore stesso e/o persone di sua stretta fiducia gli hanno fatto comprendere che in fondo un'altro anno di A2 non può che rafforzarlo; Ognu ...

    Quando si sente pronto.

  • sweepman 11/06/2018, 12.37

    ...decisione che può sembrare discutibile a fronte delle richieste da parte di squadre di A1, ma forse il giocatore stesso e/o persone di sua stretta fiducia gli hanno fatto comprendere che in fondo un'altro anno di A2 non può che rafforzarlo; Ognuno è padrone del proprio destino, ma un ragazzo di 24 anni....... se non si confronta adesso con la serie superiore quando lo fa?

  • bubu170 11/06/2018, 12.24
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 12:16 )

    Chiaro che se viene in A2 a Verona lo fa per monetizzare, probabilmente prenderà anche di più di quello che le Società di A1 potrebbero mettere sul piatto. Non credo però che l’interesse della Reyer sia quello di monetizzare, altrimenti lo cede ...

    Conta la volontà del giocatore però e Verona e Venezia con Totè ne sanno già qualcosa. Se non ti confronti con gente più forte non puoi crescere e Candussi in A2 è sicuramente il lungo italiano più forte, per cui avrebbe assoluto bisogno della A, ma ancora un po' che aspetta...

  • Armix66 11/06/2018, 12.16 Mobile
    Citazione ( bubu170 11/06/2018 @ 12:01 )

    Ma perchè difficilmente? Secondo te in squadre come Pesaro, Pistoia, Brindisi, etc... non avrebbe garanzie di minutaggio? A Pesaro tra l'altro c'è anche già passato...l'anno prossimo sono 25, non 19 e ancora non si confronta con la A. In A2 ha gi ...

    Chiaro che se viene in A2 a Verona lo fa per monetizzare, probabilmente prenderà anche di più di quello che le Società di A1 potrebbero mettere sul piatto. Non credo però che l’interesse della Reyer sia quello di monetizzare, altrimenti lo cederebbe. Non credi ? È possibile che tra le varie opzioni che la Reyer abbia di fare crescere il valore di Candussi quella di mandarlo a Verona sia la preferibile (poi magari l’anno prossimo va in prestito a Pesaro e faremo altri discorsi). A Verona sicuramente trova alto minutaggio, un coach che lo apprezza (ed è apprezzato nel giro della nazionale), un ambiente ancora tranquillo, ... poi considera che 25 anni sono ancora pochi per pensare che venga a Verona per costruirsi la rendita di carriera .. sono solo mie opinioni evidentemente

  • bubu170 11/06/2018, 12.01
    Citazione ( Armix66 11/06/2018 @ 11:52 )

    Candussi è un giocatore Reyer che o lo inserisce nelle proprie rotazioni o difficilmente lo manderà a giocare in A1 (sempre che qualcuno accetti di averlo solo in prestito) senza garanzie di minutaggio .. con Verona il giocatore avrebbe la possibil ...

    Ma perchè difficilmente? Secondo te in squadre come Pesaro, Pistoia, Brindisi, etc... non avrebbe garanzie di minutaggio? A Pesaro tra l'altro c'è anche già passato...l'anno prossimo sono 25, non 19 e ancora non si confronta con la A. In A2 ha già fatto tutto quello che doveva fare, la crescita sarebbe in A, mentre restando in A2 non vedo come possa migliorare più di quanto non abbia già fatto. Forse però c'è altro dietro, come c'era altro per Maggioli, dove la crescita interessava il giusto, ma si privilegiavano altri aspetti

  • JohnFo 11/06/2018, 11.56

    Di sicuro monetizza, e con Dalmonte verrà sicuramente ben allenato. Avere un allenatore mediocre a volte blocca i miglioramenti, ed e' un ragionamento che chi ha giocatori in prestito fa assolutamente

  • Armix66 11/06/2018, 11.52 Mobile
    Citazione ( bubu170 11/06/2018 @ 11:47 )

    Mah...per Verona super, ma con il 6+6 che senso ha per un giocatore del genere firmare un biennale in A2? Maggioli 2?

    Candussi è un giocatore Reyer che o lo inserisce nelle proprie rotazioni o difficilmente lo manderà a giocare in A1 (sempre che qualcuno accetti di averlo solo in prestito) senza garanzie di minutaggio .. con Verona il giocatore avrebbe la possibilità di crescere e, se fa bene, rientrare alla base penso anche già a partire dalla prossima stagione ..

  • bubu170 11/06/2018, 11.47

    Mah...per Verona super, ma con il 6+6 che senso ha per un giocatore del genere firmare un biennale in A2? Maggioli 2?

  • Armix66 11/06/2018, 11.45 Mobile
    Citazione ( Slandro 11/06/2018 @ 11:39 )

    Non mi è chiaro perchè l'incontro sia avvenuto con Giorgio Pedrollo e non con Daniele Della Fiori...

    Qui stiamo evidentemente parlando di spendere extra budget, che il buon DF non ha nelle sue deleghe. Sotto il profilo tecnico le questioni sono già state affrontate prima anche con Dalmonte (che lo ha allenato nella nazionale juniores).. a Verona si mormora comunque che non ci fosse piena convergenza tra Dalmonte e DF sulla scelta del 5 titolare (anche per questioni di budget)

  • Slandro 11/06/2018, 11.39

    Non mi è chiaro perchè l'incontro sia avvenuto con Giorgio Pedrollo e non con Daniele Della Fiori...

  • RedGerroOM1936 11/06/2018, 11.39 Mobile

    Verona su candussi vuol dire la conferma della seria intenzione di salire e forse anche un messaggio a chi ha richieste, non andar via perchè si puo salire anche qui. Anche se mi piacerebbe vederlo in A1

  • Armix66 11/06/2018, 11.36 Mobile

    Questo sarebbe a mio avviso il colpo di mercato in assoluto più rilevante per il mercato di A2, sotto il fronte italiani.. finché non è chiusa, meglio incociare le dita. Contano comunque i buoni rapporti con la Reyer che con la Scaligera ha un conto aperto ...

  • Matel 11/06/2018, 11.36 Mobile

    Gran colpo!!!!