Nano Press
Facebook Twitter Instagram Google+ YouTube RSS Feed Italiano English Türkiye
Messaggio privato

8marzo1981

8marzo1981 Le sue info
Data iscrizione 10/01/2018
Commenti totali 28
Media commenti giornaliera 0,02
Dove è nato
Dove si trova ora
Generalità Uomo
Ultima volta su Sportando 03/10/2018 @ 21.23
28 Commenti
  • 8marzo1981 02/10/2018, 12.59 Vai alla notizia →

    Caro Adrian, visto che sei il leader e il capitano della squadra, suggerisci ai tuoi dirigenti di scendere in campo domenica con le maglie bianco-rosse, invece di bianco-azzurre, e raccomanda ai tuoi compagni italiani di parlare con l'accento marchigiano: è provato che funziona!

  • 8marzo1981 01/10/2018, 13.32 Vai alla notizia →
    Citazione ( Lupo13 30/09/2018 @ 23:47 )

    Capisco l'esigenza di esaltare la piazza con la storia delle dieci vittorie consecutive e va benissimo il tono trionfalistico, ma quel "prendendosi lo scalpo della Sidigas" l'addetto stampa poteva tranquillamente risparmiarselo. Uscita di pessimo gus ...

    Non prendertela troppo... A Brindisi sono alla caccia disperata di nuovi abbonati... e te lo dice un brindisino... :)

  • 8marzo1981 30/09/2018, 23.33 Vai alla notizia →
    Citazione ( Brindisinelsangue 30/09/2018 @ 22:52 )

    Sono d'accordo. Io, poi, Rush non lo avrei preso a prescindere.

    Però, è praticamente con questa squadra che abbiamo vinto 10 partite su 10 in precampionato. Se i risultati contano qualcosa... E' pur vero che parliamo di amichevoli di precampionato, ma comunque le abbiamo vinte tutte. L'anno scorso, di questi tempi, avevamo ben altri problemi.

  • 8marzo1981 29/09/2018, 22.49 Vai alla notizia →
    Citazione ( Santiago 29/09/2018 @ 21:22 )

    Servizio stampa sempre abbottonato ... sono anni che lo stile è quello, sugli infortuni non si sa mai nulla

    per me questa chiusura in materia di comunicazione è un segno di debolezza,

  • 8marzo1981 27/09/2018, 21.28 Vai alla notizia →

    Con Rush finalmente confermato, ci sono nove - ben 9 - giocatori abili e arruolati per le rotazioni. Quando mai è successo in passato? A cosa serve allungare ulteriormente le rotazioni, per una squadra che deve affrontare solamente il campionato e puntare ad un salvezza tranquilla (o al più ad un posto tra le prime otto)? Il rischio di rompere gli equilibri sarebbe troppo alto. Già così, vorrei sapere cosa ne pensano Chappell e Moraschini della conferma di Rush

  • 8marzo1981 24/09/2018, 23.08 Vai alla notizia →
    Citazione ( forzavaresesempre 24/09/2018 @ 20:23 )

    Oddio Eric Rush......o è stra...migliorato oppure per la serie A è da decimo giocatore....

    infatti partirà dalla panchina e servirà più per allungare le rotazioni degli esterni che dei lunghi

  • 8marzo1981 24/09/2018, 13.12 Vai alla notizia →
    Citazione ( bubu170 24/09/2018 @ 12:28 )

    Anche per me non è affatto male

    Direi che hai ragione: sull'ipotesi Rush come cambio del 3 e 4 titolari e Wojciechowski come cambio del 5 e 4 titolari. E hai ragione anche nel sostenere che non sarebbe affatto male

  • 8marzo1981 22/09/2018, 23.24 Mobile Vai alla notizia →
    Citazione ( Lupo13 22/09/2018 @ 23:18 )

    Ma quindi, ruolo per ruolo, quale dovrebbe essere il vostro roster definitivo?

    Prendi la squadra che è scesa in campo quest'oggi, togli Troian e Lukosius e aggiungi Wojciechowski

  • 8marzo1981 22/09/2018, 23.21 Mobile Vai alla notizia →
    Citazione ( blackmambata 22/09/2018 @ 23:01 )

    Più che altro utilizzano lukosius e rush per il momento perché kuba non è ancora disponibile.. rush sicuramente andrà in A2 e si conferma lukosius ma io inizierei a provare la squadra senza erik,visto che sta avendo grande importanza in questa s ...

    Infatti... Rush sta giocando tanto perché è lui il giocatore che resterà in squadra: confermato stasera. Ormai non ci sono più dubbi.

  • 8marzo1981 22/09/2018, 12.43 Mobile Vai alla notizia →
    Citazione ( GaragePianella2 22/09/2018 @ 12:26 )

    Infatti mi sembra un palazzetto meno pratico rispetto a quelli con tribuna unica..

    Palazzetto costruito a tempo di record, in 3 (tre) mesi, durante l'estate del 1980 dopo la storica (per Brindisi) promozione in serie A2... Ovviamente costruito da privati, tra i quali l'allora presidente della società. E per fortuna che ci pensatobo loro... Dopo quasi 40 anni non è cambiato nulla... Qualcubo dovrebbe spiegare al presidente federale che non è sufficiente emanare una norma: le società vanno aiutate...

  • 8marzo1981 06/08/2018, 10.37 Vai alla notizia →
    Citazione ( Chandler63 06/08/2018 @ 10:31 )

    Credo sia un errore, è ufficiale da stamattina, la notizia sul profilo twitter è delle 9.55 di stamattina.

    e allora vuol dire che il gran caldo di questi giorni a Brindisi si fa sentire a tutti i livelli :) ... E comunque, per oggi possiamo andare al mare tranquilli :)

  • 8marzo1981 06/08/2018, 10.16 Vai alla notizia →

    per essere precisi... sono ben più di rumors... è ufficiale già da ieri mattina alle 8.39... [ link ]

  • 8marzo1981 03/08/2018, 10.01 Vai alla notizia →

    Bene, bene... cioè: peccato per l'accordo saltato, ma bene che se ne siano accorti per tempo

  • 8marzo1981 01/08/2018, 15.54 Vai alla notizia →
    Citazione ( fantomas75 01/08/2018 @ 15:45 )

    E' 2.06 ed in Turchia ha giocato da 4, non da 3. Non riesco a capire se Brown lo intendano come 5 e quindi di lunghi non prenderanno nessuno o gli faranno fare il cambio. Ne sapremo di più appena si evolverà la situazione di mesicek: se lui dovess ...

    potrebbe essere il lungo che esce dalla panchina... in pratica il cambio di Oleka: sono ottimista, chiunque sarebbe migliore di Oleka... :)

  • 8marzo1981 31/07/2018, 17.00 Vai alla notizia →
    Citazione ( Giocare 31/07/2018 @ 10:52 )

    Chiaro che l'esperienza è molto differente. Il QI è tutto da dimostrare. Con i soldi risparmiati nel ruolo di play faranno un all-in sul centrone titolare è Mesicek semmai resta

    e se, invece, non fosse lui il play titolare? e se, invece, fosse confermata la partenza di Mesicek e e Clark fosse il suo rimpiazzo?

  • 8marzo1981 31/07/2018, 10.30 Vai alla notizia →
    Citazione ( azzurrabrindisi 31/07/2018 @ 10:27 )

    Questo significa che l'ala piccola titolare sarà Tepic...non so questa squadra sarà tutta da scoprire

    oppure l'ala piccola sarà uno dei prossimi acquisti...

  • 8marzo1981 25/07/2018, 08.55 Vai alla notizia →

    Petrucci confonde l'intelligenza con l'opportunismo, insegue il miraggio della popolarità e dei contratti per i diritti tv del calcio, continua ad affossare il movimento alla base.
    Ormai non c'è più speranza di sentirgli dire cose che abbiano un senso e che servano per il bene della pallacanestro italiana.

  • 8marzo1981 21/07/2018, 14.45 Vai alla notizia →
    Citazione ( HKappaSB 21/07/2018 @ 11:33 )

    Molto ma molto meglio l'articolo di Pezzuto, e non potrebbe essere altrimenti (cit.) :-) Quotidiano e Gazzetta ci campano una settimana con le parole di Giuffré (cit.) :-)

    Condivido in pieno... Ecco l'articolo in questione:
    BRINDISI – Il basket mercato impazza ed in casa Brindisi l’acquisto di Adrian Banks ha destato tutti i tifosi, adesso smaniosi di capire come proseguirà il lavoro del duo Vitucci-Giofrè. Così, abbiamo fatto il punto della situazione con il D.s. dell’Happy Casa, Simone Giofrè.Come è nata la trattativa con Banks?“Sicuramente il fatto che conoscesse me e Frank ci ha aiutato quando abbiamo deciso di provarci. Personalmente ero piuttosto informato sulle vicende di Adrian e fino a qualche mese fa lo consideravo un affare improponibile. Tra l’altro lui in Israele si trova bene e gli avevano proposto un rinnovo biennale. Penso però che l’abbia stuzzicato il fatto che il livello medio del campionato italiano sia un po’ più alto di quello israeliano”.E forse anche il fatto che qui potrà avere maggiore minutaggio?“Lì era sesto uomo ma in una squadra molto importante, che fatto il paragone con il campionato italiano possiamo dire valga Avellino. Credo che abbiano inciso diverse cose: il fatto che si sia trovato bene sia a Brindisi che con Vitucci, ed anche la circostanza di aver lavorato con me e di aver visto che sono una persona seria, perché quello che gli ho detto ha sempre corrisposto al vero. Ecco, tutti questi tasselli gli hanno fatto maturare la scelta di venire da noi, facendogli compiere anche un sacrificio economico perché in Israele si guadagna meglio che in Italia, a Brindisi. Noi non possiamo che apprezzare questo ed essere contenti perché viene un giocatore esperto, di sicuro valore, che conosce la piazza e che è stato amato dalla stessa”.Con l’arrivo di Banks non c’è più posto per Mesicek, vero?“Volendo si trova posto per tutti. Vediamo. Abbiamo appena iniziato, la squadra è ancora abbastanza vuota nei ruoli”.Lo straniero dalla panchina che spot occuperà?“Teoricamente il sesto straniero sarà il quarto lungo, che avrà uno spazio limitato dietro a Brown, il pivot titolare e Wojciechowski; sostanzialmente servirà in caso di emergenza. Sarà straniero perché di italiani non ce ne sono ed a parità di livello gli stranieri costano meno degli italiani“.Che profilo cercate per la cabina di regia?“E’ uscito il nome di Phil Greene, che è un giocatore al quale ci siamo interessati, così come siamo interessati ad altri nomi che fortunatamente non sono usciti. Noi che abbiamo una disponibilità abbastanza limitata dobbiamo aspettare un po’.Riguardo le caratteristiche, cerchiamo sicuramente un giocatore che abbia più qualità, nel senso che non sarà un realizzatore e basta; non cerchiamo il giocatore da 20 punti. Magari cerchiamo uno da 12 punti che però difenda, perché con Frank vogliamo costruire una squadra di grande aggressività difensiva, in modo che dalla difesa possa nascere il ritmo offensivo. Infatti abbiamo firmato un giocatore come Banks che non è un grande difensore ma che comunque in difesa si applica e non si tira indietro, e uno come John Brown che invece difende per 5, perché è un giocatore che ha una grande intensità. Cerchiamo dei profili del genere, ovvero giocatori che abbiano abilità offensive ma che consentano di costruire una solidità difensiva dalla quale partire”.D’altronde Vitucci ha avuto in passato play molto forti fisicamente come Mike Green o Sundiata Gaines, che sembrano lontani ad esempio da un nome che circola in questi giorni come Pullen…“Esatto. La voce di Pullen non la commento ma le caratteristiche che astrattamente cerchiamo sono quelle descritte prima”.Da Zanelli cosa vi aspettate?“Sarà il cambio del playmaker: è un giocatore che ha grandissima motivazione perché a 26 anni è alla sua prima esperienza in Seria A. E’ assolutamente determinato, è un giocatore di ottimo talento offensivo, ma comunque bisogna tenere in considerazione il salto di categoria: non ci aspettiamo che faccia il Pullen in Serie A, ecco. Nei minuti che giocherà, però, ci potrà dare ritmo, imprevedibilità, canestri dal palleggio, perché è molto bravo a crearsi un tiro da tre punti in arresto e tiro, pressione difensiva. E’ uno dei giocatori di Serie A2 che per quanto fatto vedere negli ultimi anni reputo più interessanti”.Brown sarà il 4 titolare? Che giocatore è?“Sì, sarà il 4 titolare. E’ un ragazzo che vuole sempre migliorarsi, uno maniacale, che sta in palestra per ore. Io l’ho portato a Roma al suo primo anno da professionista e posso dire che è un giocatore di rara intensità e capacità di comprensione. E’ davvero un ottimo giocatore. Sul lato tecnico, invece, ha caratteristiche molto particolari: non è inquadrabile in un vero ruolo perché non è un 4 e non è un 5, è una via di mezzo. Penso che in questi due anni di Serie A2 sia stato il migliore nel suo ruolo e tra i primi 5 in assoluto. Quando c’è un giocatore che reputi forte, anche se ha caratteristiche particolari, lo prendi comunque e provi ad adeguarti. Per noi che abbiamo un budget modesto è un giocatore che valeva assolutamente la pena prendere. Secondo me e secondo Frank è intrigante: non a caso era seguito da squadre di Serie A e da tutta la Serie A2, con società che gli offrivano un sacco di soldi, però era arrivato per lui il momento di cimentarsi con il campionato superiore”.Che pivot immaginate al suo fianco?“Dovrà essere un giocatore che gli darà supporto a rimbalzo, ma in maniera diversa, nel senso che Brown va a rimbalzo in maniera dinamica, l’altro potrà essere anche più di posizione, più statico. Il pivot ci piacerebbe che avesse anche una pericolosità perimetrale, che non venisse battezzato, insomma, quando si trova con i piedi oltre l’arco. I giocatori buoni, con caratteristiche convenzionali, costano di più, quindi nel nostro caso bisogna un po’ inventarsele le cose”.Nic Moore a Roma, Rotney Clarke a Trapani, James White a Cento, Kenny Lawson a Forlì, Marques Green a Piacenza, Adam Smith a Ravenna, Malik Wayns a Treviso, Preston Knowles a Tortona. Che succede in A2?“Sta succedendo che ci sono tre promozioni in Serie A e 5 retrocessioni e tutti vogliono salire o salvarsi. Questo ha fatto sì che l’A2 drogasse il mercato delle squadre di Serie A perché i giocatori preferiscono stare in A2 a più soldi. Noi abbiamo provato a prendere Uglietti ma ha preferito andare a Treviso, in una squadra che dà esposizione, che vuole vincere e che gli ha offerto anche tanti più soldi. Stesso discorso per tanti altri esempi. Questo, purtroppo, fa sì che ci siano di fatto 48 squadre professionistiche, e siccome in A2 ci sono 8 posti a disposizione degli italiani, finisce che in Serie A non ci sono italiani a sufficienza per coprire tutti i posti disponibili. E’ una situazione anomala: nel basket ci sono più posti di lavoro che lavoratori. Siamo schiavi di questi regolamenti che non ci aiutano”.

  • 8marzo1981 21/07/2018, 10.35 Vai alla notizia →

    ecco l'articolo con l'intervista a Giofrè:
    "È una Happy Casa che morde il freno e che vuole chiudere il mercato nel più breve tempo possibile. Del resto gli ultimi arrivi della guardia Adrian Banks e del lungo John Brown lo testimoniano. Rimangono ora quattro posti vacanti, che si spera di colmare quanto prima. Le idee sono chiare, le trattative ci sono e sono avviate, l’auspicio è di chiuderle al più presto. Dopo aver chiuso la pratica degli italiani (Alessandro Zanelli, Jakub Wojciechowski, Riccardo Moraschini, Nicolò Cazzolato e Vincenzo Taddeo), adesso ci si concentra sul parco stranieri. «Onestamente non dividerei il mercato in due pani – dice il direttore sportivo della New Basket, Simone Giofrè -. È solo una questione numerica: non esistono giocatori italiani pari al numero di posti dì lavoro per giocatori italiani, dunque prima che spariscano dal mercato è sempre utile cercare di essere aggressivi e fissare i propri obiettivi in relazione alle risorse a disposizione. Noi, dal canto nostro, abbiamo lavorato contemporaneamente su tutti i fronti. Gli italiani sono stati chiusi prima semplicemente per una questione di opportunità». È una “creatura” che con il passare dei giorni viene su. Settimana dopo settimana i pezzi del mosaico hanno iniziato a trovare la loro giusta collocazione. «Abbiamo fissato degli obiettivi per ogni ruolo – prosegue il ds biancazzurro -. In alcuni di questi siamo addirittura riusciti a firmare il primo giocatore della lista (Adrian Banks ad esempio è uno di questi, oltre agli stessi John Brown e Jakub Wojciechowski, ndc)». Sui possibili nuovi arrivi, Simone Giofrè non si scompone. Soprattutto non lascia trapelare alcunché. Si è detto ad esempio di Maarten Leunen, cosi come di Phil Green. «Entrambi giocatori molto interessanti, ma non sono gli unici che seguiamo». C’è poi il capitolo delle riconferme. A cominciare da quella di Blaz Mesicek, la guardia slovena legata ancora da un altro anno di contratto con il club di contrada Masseriola, e magari di Milenko Tepic, ala serba che ha chiuso la sua esperienza brindisina a 8,3 punti di media a partita e 8,4 di valutazione totale. «Mesicek ha espresso la volontà di mettersi in gioco per nuove sfide – dice Giofrè -, vedremo cosa riuscirà a trovare. Tepic è un giocatore duttile che non può non piacere agli allenatori». Si diceva del mosaico che va completandosi. Di strada ne resta da fare ancora un po’, ma si può ben dire di essere a buon punto. «Che squadra sta nascendo? L’impronta dovrà essere quella di una squadra di carattere, affamata e combattiva», taglia corto Simone Giofrè."

  • 8marzo1981 07/02/2018, 13.23 Vai alla notizia →
    Citazione ( Dontstoprunning 07/02/2018 @ 13:03 )

    Sulle basi di queste dichiarazioni mi aspetterei un altra squalifica se chi amministra il basket fa il suo mestiere.Uno che viene punito dovrebbe riflettere sul perché è stato punito in modo da non sbagliare più ma se costui dichiara che è pronto ...

    il tuo ragionamento non fa una grinza... per questo, purtroppo, non sarà mai seguito...

  • 8marzo1981 07/02/2018, 13.06 Vai alla notizia →
    Citazione ( Tex91 07/02/2018 @ 11:28 )

    Ancora piuttosto grezzo come giocatore, anche se dispone di grandi mezzi atletici. Inoltre non bisogna farsi impressionare eccessivamente dai numeri, perché a Brindisi c’era praticamente solo lui sotto ai ferri. Considerata l’età, resta un buo ...

    Gli auguro di sbagliarmi, ma credo che Lalanne abbia fatto la scelta sbagliata: a Brindisi avrebbe avuto l'occsione di preseguire la sua screscita e migliorare ulteriormente, per poi puntare a un club più prestigioso (è più dollari) per la prossima stagione; a Istanbul troverà poco spazio e la sua crescità si arresterà o rallenterà parecchio. Maledetti soldi...

  • 8marzo1981 07/02/2018, 12.55 Vai alla notizia →

    le affermazioni di questo giocatore si commentano da sole... messaggi di solidarietà dai tofosi della squadra per cui gioca? "lo rifarei"? è imbarazzante, per non dire altro

  • 8marzo1981 04/02/2018, 15.36 Vai alla notizia →
    Citazione ( skomi 04/02/2018 @ 14:55 )

    Concordo. Il commentatire Non sa nemmeno la pronuncia dei giocatori. Anzi da dati sbagliati come altezza di donzelli 1.87 ! Per i brindisini poi veramente fastidioso il suo parteggiare per le azioni di Venezia . Eurosport non all'altezza questa vo ...

    Il telecronista odierno di Eurosport sembrava (1) capitato lì per caso e (2) che fosse convinto di fare la telecronaca per una tv locale di Venezia

  • 8marzo1981 31/01/2018, 22.24 Vai alla notizia →
    Citazione ( Spazz1 31/01/2018 @ 21:31 )

    Depistamento? Magari è un altro.

    o magari c'è già l'accordo sottoscritto dalle parti...

  • 8marzo1981 21/01/2018, 21.47 Vai alla notizia →

    Con Vitucci in panchina, Brindisi è diventata una squadra: il suo merito maggiore è stato quello di fare ordine e puntare, sinora, su un gruppo di pochi giocatori. Pochi, ma comunque in grado di garantire un rendimento costante almeno sufficiente, con cambi necessariamente mirati durante le partite, per gestire al meglio le rotazioni corte, limitate a 6-7 uomini. E con Vitucci sono arrivate le vittorie, oltre a un barlume di gioco, e di conseguenza la fiducia. Dita incrociate per il futuro.

  • 8marzo1981 18/01/2018, 12.51 Vai alla notizia →

    E se si ritornasse al semplice, ma per sempre valido, buon senso? Non si giustifica la reazione del pubblico, ma si giustifica la provocazione - a dir poco volgare - del giocatore che ripetutamente "mostra" i genitali al pubblico (per fortuna non si è calato i calzoni, ma il gesto era inequivocabile)? E delle falsità riportate dagli arbitri del referto, cosa vogliamo dire? Facendo ricorso a un briciolo di buon senso, cosa si dovrebbe dire del pubblico? Due, tre persone sono entrate in campo; ma le altre 3000 no... Facendo ancora ricorso a un briciolo di buon senso, cosa si dovrebbe dire del comportamento di Thomas? Facendo ancora un piccolo sforzo, e un ulteriore ricorso a un briciolo di buon senso, cosa si dovrebbe dire degli arbitri? Io mi limito a dire che giocatori, coach e arbitri, per il ruolo che ricoprono quando sono in campo dovrebbe essere irreprensibili, nel comportamento, e nella loro onestà intellettuale. E a me pare proprio che questo domenica sera a Brindisi non sia successo.

  • 8marzo1981 12/01/2018, 23.40 Vai alla notizia →
    Citazione ( alfeoprofsassaroli 12/01/2018 @ 20:49 )

    Non cè due senza tre? Fingers crossed :)

    Professore, ma che piacere! Anche lei qui? Che dice, caro professore, sarà finalmente la partità di Oleka? Quante dita dobbiamo incrociare per questo?

  • 8marzo1981 10/01/2018, 12.04 Vai alla notizia →
    Citazione ( MagicoBucchi 10/01/2018 @ 11:36 )

    Allora soldi ce ne sono veramente pochi!!Ho letto ieri che Gani Lawal è stato messo fuori squadra in Turchia e che a breve sarà free agent, se ci fosse disponibilità economica, sempre se le preteso non sono eccessive, sarebbe un colpaccio. Letta l ...

    Di soldi ce ne sono certamente pochi (ad essere ottimisti), comunque sono finiti i visti: Gani Lawal o chiunque altro non sia un Bosman A o giochi già in Italia non può venire a Brindisi